Bradley Smith: parole al veleno contro il tracciato di Barcellona

BRADLEY SMITH
@KTM-PH: Sebas Romero

Bradley Smith ha usato parole dure contro il tracciato del Montmelò che a suo parere non rispetterebbe gli standard richiesti dalla MotoGP

Il pilota della KTM Bradley Smith ha usato parole al vetriolo contro il tracciato catalano dove domanica scorsa si è svolta la settima gara del Mondiale MotoGP: durante il weekend sono sorti molti problemi a causa del layout modificato e poco digerito dai piloti e soprattutto per l’asfalto che ormai da anni dovrebbe essere rinnovato. I pneumatici hanno retto male il colpo inficiando la gara di molti sia a causa delle alte temperature sia delle caratteristiche intrinseche alla copertura della pista ormai obsoleta che offre poco grip ai potenti bolidi della MotoGP. Già dopo i test di alcune settimane fa molti piloti si erano lamentati e nelle ultime ore Smith è tornato sull’argomento: «Questo è l’unico tracciato che non ascolta le lamentele dei piloti e degli organizzatori, ormai sono due anni che chiediamo di rinnovare l’asfalto e siamo rimasti inascoltati. Sarebbe importante dare un ultimatum oppure non tornare a correre qui il prossimo anno, in più anche la soluzione iniziale decisa per la parte finale del tracciato non era giusta» insomma uno Smith scatenato al quale ha risposto in una recente intervista il direttore del circuito di Barcellona Joan Fontserè.

«Abbiamo lavorato per realizzare ciò che FIM e Dorna ci hanno chiesto e alla fine non è servito perché il venerdì hanno deciso di tornare alla soluzione precedente, sono sorpreso che nessuno sia venuto a controllare bene in precedenza: abbiamo fatto ciò che era stato deciso per aumentare la sicurezza dei piloti» non sarebbe un problema economico quindi, come da molti insinuato, ma di gestione anche se la questione asfalto rimane sospesa ed una decisione sul futuro del tracciato del Montmelò, uno dei più attesi della stagione, dovrà essere presa al più presto.