BSB Assen, Haslam e Guintoli si spartiscono il bottino

BSB ASSEN
@Bennetts Suzuki

Pazzo Showdown di Assen che vede uscire Leon Haslam ancora più leader del BSB ad un round dal termine ed il ritorno alla vittoria di Sylvain Guintoli

Come sempre, pazzo ed imprevedibile in puro stile BSB anche lo Showdown di Assen, l’unico round del campionato fuori dai confini britannici e che continuerà ad essere in calendario anche nel 2018. Leon Haslam, fresco di rinnovo per il 2018 con Kawasaki Jg Speedfit, vince gara-1 davanti a Byrne e consolida la leadership del campionato, gara-2 va ad un incredibile Sylvain Guintoli, al passo d’addio al BSB, che diventa il decimo vincitore diverso in stagione. Ad un round dalla fine del campionato Haslam “vede” il titolo ma ci sono ancora le tre gare di Brands Hatch davanti a lui.

Gara 1 BSB Assen 

Ottima partenza del poleman Ellison che tiene la testa del gruppo davanti ad Haslam, Iddon e Linfoot con Guintoli già nel gruppo di testa e con Byrne, partito 16°, già in netto recupero. Al sesto giro Byrne è già quinto e nel gruppo insieme ad Ellison, Haslam e Guintoli scambiandosi posizioni. Guintoli passa Ellison portandosi per la prima volta in stagione al comando di una gara ma Ellison gli risponde, con Haslam e Byrne a fare da spettatori interessati. Byrne si porta in terza posizione mentre Guintoli torna in testa dopo aver ripassato Ellison. Haslam non ci sta e prima si porta in seconda posizione poi passa al comando al giro 14. Con Haslam in testa il gruppo si rimescola ancora: Ellison secondo, Guintoli terzo, Byrne quarto con Brookes e Ray vicini. Haslam è primo ma non sereno visto quello che succede dietro di sè: Byrne passa secondo con Ellison che deve difendersi dagli attacchi di Guintoli. Byrne si tiene la seconda posizione con Ellison che riesce ad aver ragione di Guintoli solo all’ultima curva relegando il francese della Suzuki al quarto posto. Haslam vince gara-1 e guadagna 5 punti su Byrne prima dell’inizio di gara-2.

Classifica Gara 1 BSB Assen

  1. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki)
  2. Shane Byrne (Be Wiser Ducati) +1.992s
  3. James Ellison (McAMS Yamaha) +2.591s
  4. Sylvain Guintoli (Bennetts Suzuki) +2.655s
  5. Josh Brookes (Anvil Hire TAG Yamaha) +2.717s
  6. Bradley Ray (Buildbase Suzuki) +2.814s
  7. Peter Hickman (Smiths Racing BMW) +7.865s
  8. Jake Dixon (RAF Regular & Reserves Kawasaki) +8.210s
  9. John Hopkins (Moto Rapido Ducati) +11.000s
  10. Jason O’Halloran (Honda Racing) +15.666s

Gara 2 BSB Assen

In partenza Byrne, poleman per l’occasione, prende il comando delle operazioni davanti ad Ellison ed Haslam con Guintoli, Brookes ed Iddon subito dietro. Al terzo giro Guintoli si porta in testa al gruppo mentre è in atto una bella bagarre tra tutti. Continuano le bagarre per le posizioni di vertice: Haslam passa in testa ma Guintoli non molla e si riporta davanti con Byrne, Ellison ed Iddon ad inseguire. Byrne passa in testa al quarto giro tirandosi dietro Ellison, Haslam, Guintoli e Brookes che sta preparando l’attacco al gruppo di testa. Al giro 7 è Ellison a portarsi in testa alla gara ma Byrne non ci sta e due giri dopo ritorna al comando con Guintoli saldamente terzo davanti ad Haslam e Brookes. Scambi di posizione continui nel gruppo di testa con Haslam che passa terzo e Guintoli torna leader della gara. Al giro 16 gruppo di testa compatto verso il finale di gara con Haslam e Byrne che vanno lunghi lasciando campo a Guintoli, Ellison e Brookes. Guintoli si tiene stretta la sua posizione con la lotta per il secondo posto che entra nel vivo: Ellison viene passato da Haslam al penultimo giro ma Brookes non è d’accordo con gli altri due ed all’ultimo giro li passa entrambi cogliendo un insperato secondo posto. Guintoli è il decimo vincitore diverso in stagione, Brookes chiude secondo con Haslam al terzo posto.

Classifica finale di race-2

  1. Sylvain Guintoli (Bennetts Suzuki)
  2. Josh Brookes (Anvil Hire TAG Yamaha) +0.589s
  3. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) +0.873s
  4. James Ellison (McAMS Yamaha) +1.315s
  5. Shane Byrne (Be Wiser Ducati) +1.410s
  6. Peter Hickman (Smiths Racing BMW) +7.605s
  7. Jake Dixon (RAF Regular & Reserves Kawasaki) +9.221s
  8. Christian Iddon (Tyco BMW) +9.450s
  9. Dan Linfoot (Honda Racing) +9.502s
  10. Bradley Ray (Buildbase Suzuki) +15.012s

Classifica di campionato dopo lo Showdown di Assen

  1. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) 612
  2. Josh Brookes (Anvil Hire TAG Yamaha) 580
  3. Shane Byrne (Be Wiser Ducati) 579
  4. Jake Dixon (RAF Regular & Reserves Kawasaki) 558
  5. Peter Hickman (Smiths Racing BMW) 549
  6. Jason O’Halloran (Honda Racing) 526

Prossimo appuntamento

Dopo questo Showdown di Assen, il campionato si prende un paio di settimane di sosta per tornare nei propri confini e viaggiare verso Brands Hatch dove si disputerà il secondo ed ultimo Triple Header, lo Showdown finale per l’assegnazione del titolo 2017. Showdown di Brands Hatch in programma dal 13 al 15 ottobre.