BSB Brands Hatch: Shane Byrne campione per la sesta volta!

BSB

Due vittorie di Shakey ed il successo finale di Brookes regalano all’alfiere Ducati il 6° titolo inglese. Paura per il volo di Haslam che si frattura la caviglia e non può lottare fino alla fine

Il British Superbike Championship 2017 si conclude nella maniera più imprevedibile possibile grazie alla formula ormai consolidata dello Showdown finale di Brands Hatch, Triple Header finale di una stagione thrilling tra infortuni in partenza ed assenze clamorose, clamorosi incidenti, vittorie incredibili, bandiere rosse, successi strepitosi e la magia degli Showdown finali. Alla fine delle tre gare dello Showdown di Brands Hatch, il titolo rimane nelle mani di una vera e propria leggenda del campionato inglese: Shane ‘Shakey’ Byrne. 2 vittorie ed un settimo posto che gli valgono il sesto titolo inglese in carriera. Che stagione incredibile per Byrne! Assente nel round di apertura complice infortunio nel warm up, rientro nel successivo, piazzamenti importanti, vittorie a ripetizione fino ad arrivare alla conquista del titolo 2017. Un rollercoaster di emozioni per l’alfiere del team BeWiser Ducati che riesce nell’impresa di confermare il titolo dello scorso anno ai danni di un Leon Haslam che pareva il favorito alla vigilia del round finale.

Gara 1 BSB Brands Hatch Showdown

La tensione gioca un piccolo scherzetto a Byrne che non scatta come solito fare e viene risucchiato da Brookes, Iddon ed Haslam. Al giro 2 Iddon passa Brookes portandosi in testa con Byrne che va a ricucire lo strappo su Haslam. BANDIERA ROSSA al giro 3 per il problema tecnico a Linfoot che provoca la caduta di tanti piloti tra i quali Guintoli, Jessopp, Dixon e Rutter. La gara riparte ed Iddon si riporta in testa grazie ad un felicissimo restart cogliendo di sorpresa Haslam, Byrne e Laverty con Brookes, Ellison ed O’Halloran ad inseguire. Byrne passa Haslam portandosi in seconda posizione e mettendo nel mirino la Tyco BMW di Iddon. Il sorpasso riesce e Byrne si porta in testa alla gara ma Iddon non molla ed i due prendono vantaggio sugli inseguitori con Laverty che saluta la compagnia cortesia di un problema tecnico. Brookes, trovato il ritmo giusto, passa Haslam portandosi al terzo posto e lasciando Pocket Rocket a giocarsela con Ellison ed O’Halloran per la quarta posizione. Byrne taglia il traguardo davanti ad Iddon e Brookes con Haslam quarto davanti ad Ellison ed O’Halloran.

Grazie a questa vittoria, Byrne si porta a -21 da Haslam con 2 gare ancora da disputare per assegnare il titolo.

Classifica finale di Gara 1

  1. Shane Byrne (Be Wiser Ducati)
  2. Christian Iddon (Tyco BMW) +1.799s
  3. Josh Brookes (Anvil Hire TAG Yamaha) +2.196s
  4. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) +8.724s
  5. James Ellison (McAMS Yamaha) +8.785s
  6. Jason O’Halloran (Honda Racing) +8.994s
  7. Peter Hickman (Smiths Racing BMW) +14.568s
  8. Lee Jackson (Smiths Racing BMW) +17.260s
  9. Bradley Ray (Buildbase Suzuki) +17.305s
  10. Richard Cooper (Bennetts Suzuki) +17.576s

Classifica di campionato dopo Gara 1

  1. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) 625
  2. Shane Byrne (Be Wiser Ducati) 604
  3. Josh Brookes (Anvil Hire TAG Yamaha) 596
  4. Jake Dixon (RAF Regular & Reserves Kawasaki) 558
  5. Peter Hickman (Smiths Racing BMW) 558
  6. Jason O’Halloran (Honda Racing) 536

Gara 2 BSB Brands Hatch Showdown

In partenza è Brookes ad avere uno scatto felino e portarsi in testa al gruppo seguito da Haslam e Byrne con Iddon, Laverty ed Ellison a stretto contatto. Al giro 2 Byrne passa Haslam alla Druids mettendo nel mirino Brookes per la testa della gara. Alla Paddock Hill Bend Byrne passa Brookes portandosi in testa mentre Haslam inizia a soffrire subendo il sorpasso da Iddon ed Ellison che successivamente si mettono in caccia di Byrne. Iddon ed Ellison premono su Byrne ma Shakey non si fa pregare e difende la sua prima posizione dagli attacchi degli alfieri di BMW e Yamaha. Byrne vince la gara davanti ad Iddon ed Ellison con Brookes quarto mentre Haslam conclude al decimo posto.

Il successo di Byrne ed il contemporaneo decimo posto di Haslam permettono al rider Ducati di portarsi a -2 da Pocket Rocket prima della decisiva Race-3.

Classifica finale di Gara 2

  1. Shane Byrne (Be Wiser Ducati)
  2. Christian Iddon (Tyco BMW) +0.524s
  3. James Ellison (McAMS Yamaha) +1.406s
  4. Josh Brookes (Anvil Hire TAG Yamaha) +6.073s
  5. Jason O’Halloran (Honda Racing) +8.147s
  6. Peter Hickman (Smiths Racing BMW) +10.424s
  7. Glenn Irwin (Be Wiser Ducati) +11.216s
  8. Michael Laverty (McAMS Yamaha) +11.547s
  9. Dan Linfoot (Honda Racing) +15.053s
  10. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) +18.531s

Classifica di campionato dopo Gara 2

  1. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) 631
  2. Shane Byrne (Be Wiser Ducati) 629
  3. Josh Brookes (Anvil Hire TAG Yamaha) 609
  4. Peter Hickman (Smiths Racing BMW) 568
  5. Jake Dixon (RAF Regular & Reserves Kawasaki) 558
  6. Jason O’Halloran (Honda Racing) 547

Gara 3 BSB Brands Hatch Showdown

E siamo così giunti a Race-3, ultima e decisiva gara per l’assegnazione del titolo 2017. Tre piloti in corsa per la corona di campione inglese: Haslam, Byrne e Brookes. Chi la spunterà?

Ottima partenza di Ellison che si porta in testa davanti ad Iddon e Laverty con Brookes, Byrne ed Haslam molto vicini. Alla Paddock Hill Bend Iddon passa in testa ma Ellison gli restituisce il favore alla Druids. Iddon ed Ellison si scambiano ancora le posizioni con Laverty che si porta al terzo posto ma Brookes è in giornata e prima passa Laverty, poi sale in seconda posizione approfittando degli scambi di posizione tra Iddon ed Ellison al giro 6 e sentendo la possibilità di portarsi a casa clamorosamente il secondo titolo inglese. COLPO DI SCENA al giro 6! Problema ai freni per Haslam che salta via dalla moto a 172 miglia orarie alla Hawthorn. Brutto impatto con le barriere e brutte anche le conseguenze: caviglia sinistra rotta, polso e pollice destro rotti. Entra in pista la Safety Car che guida il gruppo composto da Iddon, Brookes, Laverty, Ellison, Byrne, O’Halloran, Linfoot. Al restart della gara Brookes passa Iddon alla Paddock Hill Bend portandosi in testa non senza soffrire. Laverty ed Ellison si sorpassano a vicenda, ne approfitta O’Halloran per portarsi al secondo posto. Brookes vince la race finale davanti al connazionale O’Halloran con Ellison terzo. Byrne è ottavo e campione inglese per la sesta volta.

Classifica finale di Gara 3

  1. Josh Brookes (Anvil Hire TAG Yamaha)
  2. Jason O’Halloran (Honda Racing) +0.687s
  3. James Ellison (McAMS Yamaha) +0.857s
  4. Michael Laverty (McAMS Yamaha) +1.929s
  5. Christian Iddon (Tyco BMW) +2.144s
  6. Peter Hickman (Smiths Racing BMW) +5.254s
  7. Dan Linfoot (Honda Racing) +5.281s
  8. Shane Byrne (Be Wiser Ducati) +6.512s
  9. Bradley Ray (Buildbase Suzuki) +6.923s
  10. Richard Cooper (Bennetts Suzuki) +7.628s

Classifica finale del campionato

  1. Shane Byrne (Be Wiser Ducati) 637
  2. Josh Brookes (Anvil Hire TAG Yamaha) 634
  3. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) 631
  4. Peter Hickman (Smiths Racing BMW) 578
  5. Jason O’Halloran (Honda Racing) 567
  6. Jake Dixon (RAF Regular & Reserves Kawasaki) 562

Shane Byrne è campione per la sesta volta. Leon Haslam, sorretto dai suoi meccanici e dal padre Ron, va sul traguardo per complimentarsi con Byrne. I due si scambiano un lunghissimo abbraccio, segno della grande sportività tra questi due talenti del motociclismo britannico.