Byrne prende il volo in BSB a Thruxton

SHANE BYRNE THRUXTON
@BSB MCE CHAMPIONSHIP

La Panigale ha trovato il suo Re in BSB. Shane Byrne fa la pole e vince gara 1 a Thruxton volando in vetta al campionato. Michael Laverty vince gara 2

Shane Byrne sul tracciato di Thruxton ha fatto capire chi comanda in BSB. Pole position e vittoria in gara 1. Questo il ricco bottino al termine della tappa n°6 del BSB, un campionato che ha ritrovato il proprio Re. Solo in questo modo può infatti essere definito Shane Byrne, il Re di questo spettacolare campionato. Ed anche la Ducati Panigale ha finalmente trovato chi riuscisse a portarla regolarmente in vetta, grazie al talento ed alla grande determinazione di Shakey.

Gara 1

Il n°67 del Paul Bird Motorsport ha dovuto fare i conti con la solita agguerritissima concorrenza in pista, lottando nei primi giri della prima frazione con Dan Linfoot e Tommy Bridewell. E’ apparso chiaro che Byrne aveva un altro passo, ma alle sue spalle è stato Michael Laverty ad emergere, attaccando il gruppetto di inseguitori ed issandosi al secondo posto. Il fratello di Eugene Laverty si trovava davanti ad un trenino di inseguitori quando all’ottavo giro Stuart Easton ha avuto un problema alla sua Yamaha R1 che ha costretto i marshall ad esporre bandiera rossa.

bsb thruxton
@BSB MCE CHAMPIONSHIP

Con la seconda procedura di partenza, Michael Laverty ha coronato la propria rincorsa della prima parte di gara, prendendo subito il comando e difendendo la leadership su Byrne, McConnell e Jackson, con O’Halloran che si è poi piazzato in terza posizione grazie ad un doppio sorpasso alla chicane. Nonostante Laverty stesse spingendo tantissimo per difendere la leadership, Shane Byrne ha affondato un colpo impossibile da replicare. Un passaggio alla chicane seguito da un allungo da parte di Byrne che ha messo in cassaforte la vittoria di gara 1 in pochi passaggi, battendo su un ritmo inavvicinabile per Laverty e Mossey, che ha completato il podio con la sua Kawasaki del Four Plant.

Una vittoria splendida, raccolta nella pessima giornata di Leon Haslam, che ha raccolto un misero tredicesimo posto a causa di problemi di grip con la sua Kawasaki ed ha visto Shakey allungare in classifica generale.

Classifica gara 1

  1. Shane Byrne (Be Wiser Ducati)
  2. Michael Laverty (Tyco BMW) +3.066s
  3. Luke Mossey (Quattro Plant Teccare Kawasaki) +7.068s
  4. Tommy Bridewell (Bennetts Suzuki) +13.012s
  5. James Ellison (JG Speedfit Kawasaki) +14.103s
  6. Jason O’Halloran (Honda Racing) +14.135s
  7. Ryuichi Kiyonari (Bennetts Suzuki) +14.294s
  8. Richard Cooper (Buildbase BMW) +16.516s
  9. Jakub Smrz (Smiths Racing BMW) +18.584s
  10. Martin Jessopp (RidersMotorcycles.com BMW) +19.261s

 

Gara 2

In gara 2 a Thruxton è arrivata la risposta furiosa di Michael Laverty al dominio di Byrne e della sua Panigale del Be Wiser della prima frazione. Al secondo giro di gara 2 Laverty ha infatti passato Byrne trascinando con sè O’Halloran. Shakey ha subito iniziato a rallentare per poi fermarsi, a causa di un problema tecnico alla sua Panigale.

Il ritiro del leader del campionato ha spianato la strada ad un gruppetto di assatatati composto da Laverty, O’Halloran, Haslam e McConnell. In particolare sembrava che Leon Haslam avesse finalmente trovato un corretto setup per la sua Ninja ZX-10r del JG Speedfit, dopo tanti problemi in gara 1.

laverty bsb thruxton
@BSB MCE CHAMPIONSHIP

Pocket Rocket Haslam ha dato vita ad un bel duello con l’alfiere della Honda Racing O’Halloran, offrendo spettacolo puro con sorpassi e contro sorpassi. Un alotta per il secondo posto che anche permesso a Michael Laverty di prendere il largo ed involarsi verso una facile vittoria. Purtroppo il duello per il secondo posto è stato interrotto da problemi di grip di Haslam, che nel finale ha dovuto cedere posizioni fino a terminare al quinto posto e lasciando salire sul podio Glenn Irwin, compagno di team di Byrne al Be Wiser Ducati.

Irwin ha tenuto un passo molto forte per tutta la gara, che gli ha permesso di passare Luke Mossey per il terzo posto e dopo avvicinarsi anche ad O’Halloran per il secondo posto. Ma l’australiano della Honda ha tenuto il margine necessario per conquistare il secondo posto.

Il quinto posto finale permette a Leon Haslam di fare punti importanti in campionato proprio in occasione del ritiro di Byrne, tenendosi ad una distanza di soli 15 punti dal leader di campionato, ed in una situazione di classifica ancora apertissima. Il bel week end di Thruxton permette anche a James O’Halloran di avvicinarsi alla vetta della classifica generale facendo dei passi avanti importanti.

Classifica gara 2

  1. Michael Laverty (Tyco BMW)
  2. Jason O’Halloran (Honda Racing) +3.265
  3. Glenn Irwin (Be Wiser Ducati) +3.810s
  4. Luke Mossey (Quattro Plant Teccare Kawasaki) +6.765s
  5. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) +6.851s
  6. Peter Hickman (JG Speedfit Kawasaki) +7.383s
  7. James Ellison (JG Speedfit Kawasaki) +7.551s
  8. Tommy Bridewell (Bennetts Suzuki) +9.767s
  9. Dan Linfoot (Honda Racing) +12.266s
  10. Lee Jackson (Buildbase BMW) +12.357s

Classifica generale Campionato BSB 2016 dopo il round di Thruxton

  1. Shane Byrne (Be Wiser Ducati) 181
  2. Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) 166
  3. Jason O’Halloran (Honda Racing) 146
  4. Michael Laverty (Tyco BMW) 135
  5. Dan Linfoot (Honda Racing) 118
  6. James Ellison (JG Speedfit Kawasaki) 109