C’era una volta l’America

Pubblico assente sugli spalti e calo di interesse, la Superbike lascerà Laguna Seca e il GP Indianapolis. Fine di un’era?

Ritorniamo sul terribile incidente di Laguna Seca per analizzare una preoccupante crisi che ha investito il motociclismo a stelle e strisce, quello meraviglioso esploso nel 1976 con la vittoria a Imatra in Finlandia, del primo pilota americano che ha avuto il coraggio di varcare l’oceano, Pat Hennen, seguito subito dopo da Kenny Roberts, Eddie Lawson, Freddie Spencer fino ad arrivare a Nicky Hayden e tutti gli altri.

Il problema è uno: zero pubblico. Addirittura è dovuta entrare in campo la Dorna, schierando Wayne Rainey per cercare di mettere un po’ di ordine nel caos organizzativo di quello che è stato il fantastico campionato AMA, vera e propria fucina di talenti e campioni. Invece nulla. La Superbike lascerà Laguna Seca, la MotoGP lascerà Indianapolis. La Dorna sta lavorando ottimamente per sostituire queste piste magari con Austin e altri circuiti, ma c’è una preoccupante crisi di interesse soprattutto per le moto in un mercato che è stato il primo mondiale per decenni.

Pubblico assente completamente dalle gare e vendite in calo tranne il settore offroad: il motocross è un pianeta a parte negli Stati Uniti ma anche lì ha subito un bel ridimensionamento con Villopoto che non ha fatto una gran bella figura in Europa e negli Stati Uniti gli europei che stanno dominando.

Nel magico mondo delle due ruote c’è dunque una crisi preoccupante. Il mercato mondiale e lo sport non possono fare a meno di un pianeta così importante come quello americano. La tragedia di Laguna Seca con questa gara di MotoAmerica ci fa capire che è un punto di svolta, quindi forse un periodo magico nato nel ’76 si è concluso forse con la scomparsa di due piloti spagnoli. Bisogna fare punto e a capo e cercare di capire come sarà il futuro in quello che è uno dei mercati più interessanti e più importanti del mondo per le due ruote.

Superbike round at Mallory Park 1977 – Pat Hennen [VIDEO]

2 Commenti