CIV, Matteo Baiocco conquista il tricolore al Mugello

MATTEO BAIOCCO IMOLA CIV
@MOTOCORSA

Il marchigiano della Ducati Motocorsa, Matteo Baiocco, vince il campionato CVI Superbike, terzo al traguardo della gara al Mugello dominata da Michele Pirro

L’ultima gara del Campionato CIV SBK ha visto Michele Pirro come protagonista dominatore da inizio a fine gara martellando giri sul filo del record del circuito (1.52 basso), ribadendo per l’ennesima volta lo strapotere che pilota di San Giovanni Rotondo del Team Barni ha nel suo polso destro nonchè nel governare una Ducati Panigale che per lui non ha di certo segreti, con la quale nel corso della stagione ha vinto ben 9 gare. Matteo Baiocco ha disputato una stagione splendida arrivando al termine delle gare sempre nelle posizioni che contano riuscendo ad aggiudicarsi così il titolo, forse non con una completa soddisfazione per via della penalità inflitta al suo rivale del Team Barni, per non averlo battuto in pista nella sfida al titolo, ma comunque, sia il Baiox che il team Motocorsa hanno sempre lavorato duro puntando ogni gara ad arrivare sempre tra le prime posizioni e questi sforzi sono stati ampiamente  ripagati dalla vittoria.

La seconda posizione sul traguardo è appannaggio di Denny Schiavoni che oggi era veramente apposto sulla sua BMW del Team DMR Racing.  Il 74 numero Kevin Calia del Team Nuova M2 Racing, diretto pretendente al titolo ha dovuto accontentarsi della quarta piazza sul traguardo e della seconda posizione finale in campionato. Un grande traguardo sia per lui che per la sua squadra che gli ha dato una Aprilia molto competitiva con la quale ha potuto giocarsi il titolo. Quinto sulla linea di arrivo Lorenzo Lanzi che sulla sua BMW ha disputato una bellissima gara, dopo la grandissima vittoria di ieri. Arriva sesto sotto alla bandiera a scacchi e terzo assoluto in classifica generale l’altro alfiere della BMW DMR Racing Team Matteo Ferrari.

Durante le prime tornate sono stati costretti al ritiro a causa di problemi tecnici i piloti Riccardo Russo del Team Pata che ha terminato  la sua gara al terzo giro e stessa sorte è capitata un ulteriore giro dopo al pilota del Team Barni Ivan Goi che sempre causa di problemi tecnici è  stato costretto anche lui a ritirarsi. Un weekend invece da dimenticare per  Michel Fabrizio che  è stato accompagnato dalla sfortuna per tutto il weekend. Il pilota wild card del Team Althea BMW dopo la caduta durante i primi giri sulla pista bagnata del Mugello nella gara del sabato anche oggi non è riuscito a terminare la gara fermandosi al giro 9. Siamo giunti all’ultimo episodio per quanto riguarda questa stagione, certi che l’anno prossimo l’agonismo in pista sarà ancora più marcato perchè sicuramente Michele Pirro proverà dalla prima all’ultima gara a conquistare il titolo.  L’appuntamento è per la prossima stagione!

CIV MOTO 3  

Il gran finale del CIV Moto3  non ha deluso le aspettative, è stata una gara combattutissima dal primo all’ultimo giro per il gruppetto dei primi otto piloti che ha fatto da battistrada per tutta la gara. Una gara spettacolare che ha visto come protagonisti assoluti i contendenti al titolo che fino all’ultimo metro hanno dato il 100% per aggiudicarsi il titolo con una volata storica che ha deciso negli ultimi metri  il vincitore della gara e del campionato.

Vince la gara e si classifica terzo nel campionato Kevin Zannoni sulla Mahindra Peugeot del Team Minimoto, ma gli occhi sono tutti puntati sul nuovo campione italiano del CIV nella categoria Moto3, Manuel Pagliani, il numero 96 del MTR.MOTO.GP TEAM arriva secondo in gara ad una manciata di millesimi (+0.049) da Zannoni riuscendo ad aggiudicarsi il titolo dopo aver disputato una gara intelligente che ha saputo gestire con sangue freddo dal primo all’ultimo giro. Il pilota veneto dedica la vittoria del titolo alla squadra che ha lavorato duro per tutta la stagione dandogli  l’opportunità di correre con una GEO molto competitiva tanto da conquistare il titolo.

Terza posizione sul traguardo per il temerario Nicolas Spinelli (+0.061) che sulla sua KTM che fino all’ultimo giro ha provato a vincere la gara cercando di mettere il numero 111 tra se e Pagliani in modo tale da vincere la gara ed il mondiale, ma si deve accontentare del secondo posto assoluto in classifica generale dopo aver disputato una bellissima stagione.

Hanno disputato una bellissima gara anche l’alfiere del team Miralux Pos Corse Bruno Ieraci quarto sul traguardo, Edoardo Sintoni sulla sua TM del TM Racing Factory quinto, Mattia Casadei  del Team Sic58 si è classificato sesto,  mentre  la wild card Tony Arbolino del team Sic58 dopo aver disputato gran parte della gara nelle prime tre posizioni, a causa di una staccata tiratissima di Casadei a tre giri dal termine che lo ha costretto ad allargare tantissimo la traiettoria  facendogli perdere diverse posizioni  riesce ad arrivare solo nono sul traguardo.