Conferenza Stampa MotoGP a Losail, parte il mondiale 2017

MotoGP Losail 2017

Il mondiale 2017 è ufficialmente partito, anche se le moto sono ancora ferme al box. La prima conferenza stampa della stagione MotoGP non ha riservato particolari sorprese

La prima conferenza stampa della stagione 2017 non ha regalato particolari sussulti. Jorge Lorenzo per la prima volta in rosso Ducati non ha regalato alcun graffio ai giornalisti che si aspettavano qualche scintilla. Idem per gli altri partecipanti, che si sono limitati a confermare sostanzialmente le parole spese alla vigilia della gara. Forse il solo Iannone ha sorpreso, confermando che al momento non si sente particolarmente a proprio agio sulla moto. In sala stampa ci sono i già menzionati Lorenzo e Iannone, assieme a Valentino Rossi, Marc Marquez, Maverick Vinales e Cal Crutchlow.

Le prime frasi sono quelle di Marc Marquez che conferma l’ottimo stato di forma mostrato nei test: «I test stagionali sono andati molto meglio di quelli della passata stagione, il mio feeling è aumentato e mi sento meglio in sella. Il motore è cambiato molto sulla moto, ma abbiamo trovato un buon setup di base. Losail non è un tracciato che mi piace molto, ma darà il massimo come sempre».

Valentino Rossi racconta cosa ci si potrà aspettare da un mondiale che appare incerto alla vigilia: «Il livello della MotoGP si è alzato molto quest’anno, e credo che ci saranno molti piloti a competere per il top. Il periodo dei test è stato difficile per me perchè non è stato facile trovare un buon feeling con la nuova moto, ma la stagione è lunga e spero di poter essere competitivo, restando sempre nella top five. Riguardo Maverick, il mio nuovo team mate, posso dire che è velocissimo e che sarà un rivale “pesante”. Sarebbe strano se piovesse in Qatar, e le condizioni della pista potrebbero diventare pericolose» chiude Valentino aumentando la preoccupazione riguardo il meteo di questi giorni in Qatar.

Diverso il feeling di Maverick Vinales, che si è reso protagonista di una stagione di test formidabile e non nasconde le proprie ambizioni: «I test sono andati benissimo, ma sono solo test. Il lavoro è stato fatto benissimo ed abbiamo un’ottima base. Ora tocca solo capire se tutto andrà in gara come previsto. Sono contento perchè la moto è migliorata sempre nei test e cercheremo di restare al top anche in gara. Per me è una stagione molto importante, in un team nuovo, con un diverso sistema di lavoro. Sono certo di poter fare bene con la Yamaha».

Oltre a Maverick Vinales, c’è anche un altro grande atteso alla stagione 2017. Jorge Lorenzo veste i colori Ducati per la prima volta nella conferenza stampa riservata ai piloti e non nasconde l’entusiasmo e l’importanza della sfida che lo attende: «Per me è cominciata una nuova era. Siamo sempre riusciti a migliorare durante i test e vogliamo continuare a farlo in questi giorni. Il test di Sepang è stato il momento peggiore perchè lì ero abituato ad andare subito fortissimo mentre quest’anno all’inizio ero davvero lontano. Poi ci abbiamo lavorato e sono migliorato, soprattutto l’ultimo giorno. Non conosco ancora il mio vero limite con questa moto, ma sono ottimista per il futuro».

L’altro italiano presente in conferenza stampa, ovvero Andrea Iannone, non è particolarmente entusiasta della situazione in Suzuki, come conferma nelle sue dichiarazioni: «La fase dei test non è stata facile per noi. Siamo partiti col piede giusto in Malesia, ma a Phillip Island abbiamo avuto grosso problemi. Volevamo migliorare e ridurre il gap dai top di classifica, oltre a capire sempre meglio la moto. Ma al momento sembra difficile, non ho ancora un buon feeling con la moto. Il pacchetto è ok, ma non siamo vicini ai primi come vorremmo».

Le previsioni meteo non sono migliorate in queste ore, ed è probabile che la pioggia riesca a condizionare in modo molto consistente il GP del Qatar, prima tappa della stagione 2017 MotoGP.