Doppietta di Rea a Misano: il mondiale è sempre più suo

Perentoria vittoria nella gara 2 della tappa di Misano in SBK da parte di Jonathan Rea, che passa nel finale Tom Sykes e fa bottino pieno. Chaz Davies di nuovo a terra e podio completato da un ottimo Davide Giugliano

La superiorità della Kawasaki sul tracciato di Misano si conferma una delle certezze della World SBK. I due alfieri del team Provec sono stati imprendibili sulle loro Ninja, che sembrano essere state disegnate per dare il massimo su questa pista. Tom Sykes ha segnato la pole, Jonathan Rea le due vittorie, mai state in discussione. Il dominio da parte della Kawasaki in questo momento della stagione non è in discussione.

Questa volta Tom Sykes ha anche guidato la gara per molti giri, ma un sorpasso senza possibilità di replica da parte di Jonathan Rea ha fatto capire a tutti che il n°1 della SBK non avrebbe accettato altro che la vittoria come risultato.

Chaz Davies ci ha provato di nuovo, ha tentato di dare il massimo. Forse la Panigale semplicemente non è ancora al livello della Kawasaki, e tentare di batterla comporta di superare troppo spesso il limite. Davies ha pagato salato il prezzo della propria determinazione, segnando uno zero che pesa come un macigno in classifica. Il suo compagno di team Davide Giugliano ha forse raccolto il massimo che si poteva a Misano, salendo sul podio della seconda gara. La grandissima voglia del gallese l’ha evidentemente tradito e l’ha trascinato a commettere un errore molto grave.

Xavi Fores che nella prima frazione aveva fatto un vero patatrac coinvolgendo Lorenzo Savadori e Chaz Davies in un inizio gara tumultuoso, si è fatto perdonare in questa seconda manche raccogliendo un grande quarto posto, proprio davanti a Savadori. Il pilota italiano non ha raccolto quanto sperato a Misano, ma la top five della seconda gara dimostra ancora una volta che Aprilia ha un vero purosangue in casa e deve fare il massimo per non farselo scappare.

Nicky Hayden è soddisfatto della sesta piazza, dopo lo zero in gara 1. Il Kentucky Kid, ha vissuto un inizio di stagione travagliato, ma sta continuando a raccogliere punti importanti, mostrando di essere sempre uno dei migliori professionisti del paddock SBK. Meno bene è andata al compagno Michael Van Der Mark, decimo al traguardo.

In BMW sorride Jordi Torres, settimo e sempre veloce. Ma c’è tanto da recriminare per la caduta di Markus Reiterberger, lanciato in aria dopo un contatto nelle prime fasi e protagonista di un bruttissimo volo che ha messo fine alla sua gara. Il tedesco aveva un grande potenziale a Misano e sta crescendo sempre di più anche nei confronti del più esperto compagno Jordi Torres.

La prima Yamaha al traguardo è stata quella di Alex Lowes, ottavo e di appena tre secondi avanti a Niccolò Canepa, che non conosceva altrettanto bene la moto e ha dimostrato di essersi meritato ala grande la fiducia del Team Crescent. Le sue prestazioni potrebbero regalargli una seconda chance anche a Laguna Seca, se il francese Sylvain Guintoli dovesse dare forfait.

Peccato per Leon Camier, che si è dovuto fermare mentre era a ridosso della top five e stava girando come i primi tre, facendo gli ormai soliti numeri con una MV F4 che si dimostra sempre velocissima con il pilota britannico in sella.

La tappa di Misano doveva essere una festa per la Ducati, che aveva preparato al meglio la gara con dei test, ed era fiduciosa di poter raccogliere grandi soddisfazioni sulla pista di casa. Le cose non sono andate così e il podio di Giugliano in gara 2 è una magra consolazione. Chaz Davies è stato sempre velocissimo ma un pizzico di sfortuna in gara 1 ed una foga forse eccessiva nella seconda, hanno allontanato il pilota dalla lotta per il titolo.

Jonathan Rea ha zittito chiunque stesse dubitando della sua determinazione, facendo sua una doppietta magnifica e facendo un vero grande strappo verso il mondiale. Adesso l’irlandese campione in carica conduce la classifica con 343 punti, seguito da Tom Sykes a 277. Con lo zero rimediato in gara 2, Chaz Davies sprofonda ad un -99 che lo allontana tantissimo dalla vetta della classifica. Davide Giugliano sale in classifica al quarto posto a quota 165, dopo aver passato Michael Van Der Mark che è ad appena due punti, con i suoi 163.

La prossima tappa del mondiale SBK 2016 è a Laguna Seca. La speranza di tutti gli appassionati è che il Corkscrew, ovvero il celebre Cavatappi, possa essere teatro di sfide e sorpassi che onestamente sono un po’ mancati qui a Misano.