Ducati, c’è attesa per Casey Stoner

casey-stoner-ducati

La Casa di Borgo Panigale sogna in grande e spera in un grandissimo colpo di mercato in un momento in cui le attenzioni della MotoGP sono tutte concentrate verso problemi decisamente diversi

Mentre non accennano a placarsi le polemiche sul finale di mondiale 2016, c’è chi sta lavorando in silenzio per tentare di costruire un futuro radioso. In Ducati sono sempre stato dei grandi sognatori, e l’ultimo sogno bolognese vede protagonista la più luminosa tra le stelle che hanno portato in pista la Desmosedici. Secondo Speedweek i vertici della Casa italiana avrebbero avvicinato Casey Stoner dopo il GP di Sepang, nel tentativo di assicurarsi i suoi servigi nel ruolo di collaudatore per il 2016 affiancando Michele Pirro.

Sembra che i rapporti tra Honda e Stoner non siano per nulla rilassati e che Casey non voglia confermare l’impegno con la Casa di Tokyo per il 2016. Lo sgarbo dei vertici HRC che gli hanno negato di sostituire l’amico Dani Pedrosa nei GP di Austin ed Argentina ad inizio stagione non è stato ancora digerito dal pilota di Curri Curri. Questa situazione lascia aperta la speranza, seppur flebile, di rivederlo in sella ad una Rossa di Borgo Panigale a partire dal prossimo anno. 

Stoner ha lasciato un segno indelebile nella storia sportiva della Ducati, conquistando il titolo MotoGP nel 2007 e segnando nel 2010 a Phillip Island quella che ad oggi risulta essere l’ultima vittoria per una moto bolognese in gara nella categoria top del motomondiale. Casey non ha mai perso dimestichezza con la velocità, anche se la sua principale attività in questi tre anni è stata quella di pescatore nelle calme acque che bagnano la Gold Coast australiana. Tra i test MotoGP di inizio anno e la preparazione per la sciagurata partecipazione alla 8 Ore di Suzuka, il rider non ha di certo visto intorpidire il proprio limpidissimo talento.

Il vertice tecnico Ducati, rappresentato da Gigi Dall’Igna, avrebbe dichiarato che ritiene improbabile ritrovare Casey in pista in gara in futuro, almeno per una stagione completa. La possibilità più concreta sarebbe quella di vederlo in sella alla GP16 per il GP di Phillip Island che si correrà il 23 Ottobre 2016, nel ruolo di wild card e vero idolo di casa per i tifosi australiani. Stoner ha un ruolino di marcia impressionante sul circuito di casa, che lo ha visto imbattuto dal 2007 al 2012, correndo sia con la Ducati che con la Honda e restando praticamente inavvicinabile per tutti gli altri piloti presenti in pista.

6 Commenti