Ducati, che spettacolo il World Premiere 2018

DUCATI PREMIERE
@DUCATI

La casa di Borgo Panigale ha presentato in pompa magna ieri sera a Milano i modelli del 2018. Ciliegina sulla torta l’attesissima Panigale V4

La serata perfetta per ritrovarsi, caricarsi e al tempo stesso far venire l’acquolina in bocca a milioni di ducatisti sparsi in giro per il mondo. E’ stato tutto questo il World Premiere 2018 di Ducati, la serata evento nella quale la rossa su due ruote più amata del mondo ha presentato tutti i nuovi modelli che vedremo in strada nel 2018, facendo brillare gli occhi dei tantissimi appassionati. Lo show si è tenuto a Milano, città nella quale dal 7 al 12 novembre si svolgerà anche la fiera dell’Eicma, alla presenza del Ceo Claudio Domenicali e dei piloti di punta della casa italiana nelle varie serie. Al teatro Linear Ciak di Milano, sede della presentazione, le vere protagoniste sono però naturalmente state le moto della Casa bolognese: Domenicali inizialmente ha presentato sul palco alcuni modelli storici del marchio come la Scrambler Mach 2.0, la Scrambler 1100, la Multistrada Enduro Pro, estremamente versatile, la XDiavel e l’iconica ed intramontabile Monster 821.

Dopo questa prima carrellata di antipasto e stata la volta del vero piatto forte della serata, e gli attesissimi modelli del prossimo anno che sono stati ‘accompagnati’ sul palco proprio dai piloti di casa Ducati. A dare il via alle danze è stata la Panigale 959 Corse, modello arrivato sul palco con Chaz Davies, reduce dai due secondi posti nel round finale della Superbike a Losail, in Qatar, che gli hanno permesso di conquistare il 2° posto nella classifica generale. Successivamente si è passati alla Multistrada 1260 che ha visto un evoluzione del motore attuale e una ricerca di ottimizzazione di quello che è il connubio tra prestazione e comfort, anche nella Pikes Peak, la versione più sportiva di questo modello. La ciliegina sulla torta però, come giusto che sia, è arrivata alla fine. Si tratta naturalmente della Panigale V4 che è salita sul palco con Michele Pirro: primo, inedito, motore V4 da 214 CV, telaio evoluzione della Panigale e pezzi di derivazione MotoGP, come la sospensione posteriore. Una moto incredibile, ma le sorprese non sono finite qui: anche il campione del mondo 2007 Casey Stoner infatti è salito sul palco, per presentare la versione speciale della Panigale V4, con motore da 226 CV e realizzata in soli 1500 esemplari.

La serata è stata anche l’occasione per il mondo Ducati di volgere già il pensiero a domenica prossima, quando sul catino di Valencia Andrea Dovizioso tenterà di compiere l’impresa quasi impossibile di recuperare 21 punti a Marc Marquez e strappargli dalle mani il titolo della MotoGP:  «E’ un’impresa difficilissima» ha spiegato Domenicali  «ma fino alle 15 di domenica non è detta l’ultima parola. Comunque vada però, sarà un grande stagione». Gli ha fatto eco lo stesso Dovizioso«E’ una missione quasi impossibile, ma mai dire mai. E’ stata comunque un’annata oltre le aspettative: nessuno si aspettava che vincessimo 6 gare, e come le abbiamo vinte. La mia più grande emozione quest’anno è stata far esaltare la gente». Presente e soddisfatto della sua annata anche Danilo Petrucci, oltre al compagno di box del Dovi, Jorge Lorenzo, che ha spiegato anche il suo buon rapporto con Andrea«Festeggiare le sue vittorie è stata una questione empatica. E’ ovvio che volevo essere al suo posto, ma se ti trovi bene con il team e il tuo compagno ha fatto una grande gara non ti vergogni a condividere la sua gioia». Il sogno è che ci possa essere una grande gioia da condividere una grande gioia questo fine settimana, in terra spagnola.