F1 Giappone, il solito Hamilton firma la pole

@REDBULLCONTENTPOOL

Il britannico è inarrestabile in qualifica e firma il miglior tempo. Vettel è 3° ma partirà in prima fila per la penalità di Valtteri Bottas

Lewis Hamilton conquista la pole position nel Gran Premio del Giappone, mostrando una superiorità schiacciante della sua Mercedes nel giro secco sul difficile tracciato di Suzuka. Per Hamilton si tratta della 71^ pole in carriera, la prima in assoluto su questo circuito, che si aggiunge così alla sua infinita collezione. Lewis in Q3 firma un fantascientifico 1:27.319, rifilando 3 decimi al 2°, il suo compagno di squadra Valtteri Bottas. Il finlandese però ieri aveva sostituito il cambio e quindi dovrà scontare in griglia 5 posizioni di penalità: la prima fila passa così alla Ferrari di Sebastian Vettel, che in pista aveva rimediato 4 decimi da Hamilton. Un distacco tutto sommato accettabile considerando che su questo tipo di pista la Mercedes ha una maggiore velocità nel giro secco; le indicazioni delle prove libere mostrano però che sul passo di gara la ‘rossa’ potrebbe avere la meglio. Di certo la partenza di domani, con i due contendenti al titolo fianco a fianco sarà uno spettacolo da non perdere. Delude invece Kimi Raikkonen: 6^ posizione per lui in qualifica, che diventa però 10^ in griglia visto che anche lui ha dovuto sostituire il cambio dopo un incidente rimediato nella FP3; miracoloso il lavoro dei meccanici Ferrari che sono riusciti a ricostruire la vettura a tempo di record per far disputare al campione del mondo 2007 la sessione di qualifica. In seconda fila partiranno le due Red Bull, decisamente meno competitive rispetto a Singapore e alla Malesia, con Ricciardo e Verstappen.

Bella prestazione come al solito anche per le Force India che firmano il 7° ed 8° tempo, con Ocon che nuovamente riesce a qualificarsi davanti a Sergio Perez. Completano la Q3 Massa con la Williams e la McLaren di Fernando Alonso, che però partirà ultimo dopo aver rimediato le ‘solite’ 35 posizioni di penalità per la sostituzione di diverse componenti della power unit. In avvio di sessione spavento per Grosjean, che ha concluso la sua qualifica in Q1 con un brutto incidente in curva 7: vettura completamente distrutta ma pilota fortunatamente illeso. Per quanto riguarda le strategie dei big si differenzieranno domani i due finlandesi penalizzati, Bottas e Raikkonen, che partiranno con le gomme soft, quelle con cui si sono qualificati in Q2.

Questo il risultato delle qualifiche:

1 Hamilton L. Mercedes GP 1:27:319
2 Bottas V. Mercedes GP +0:332 (5 pos. penalità)
3 Vettel S. Ferrari +0:472
4 Ricciardo D. Red Bull +0:987
5 Verstappen M. Red Bull +1:013
6 Raikkonen K. Ferrari +1:179 (25 pos. penalità)
7 Ocon E. Force India +1:792
8 Perez S. Force India +1:941
9 Massa F. Williams +2:161
10 Alonso F. McLaren +3:368 (35 pos. penalità)
11 Vandoorne S. McLaren +1:959 (Q2)
12 Hulkenberg N. Renault F1 +2:060 (Q2)
13 Magnussen K. Haas +2:153 (Q2)
14 Palmer J. Renault F1 +2:203 (Q2) (20 pos. penalità)
15 Sainz Jr C. Toro Rosso +2:594 (Q2) (20 pos. penalità)
16 Grosjean R. Haas +1:802 (Q1)
17 Gasly P. Toro Rosso +2:270 (Q1)
18 Stroll L. Williams +2:362 (Q1)
19 Ericsson M. Sauber +2:550 (Q1)
20 Wehrlein P. Sauber +2:838 (Q1)