F1 Malesia, prove libere: davanti a tutti brillano le Ferrari

@REDBULLCONTENTPOOL

Vettel e Raikkonen davanti a tutti al termine del venerdì. Mercedes in grande difficoltà, alle spalle anche delle Red Bull.

Dopo le prime due sessioni di prove libere sul circuito di Sepang è il ‘rosso’ delle Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen a brillare in vetta alla classifica dei tempi. Lo aveva detto ieri in conferenza stampa il quattro volte campione del mondo tedesco che la corsa al titolo non era finita e che i punti in classifica si dovranno contare solo alla fine del campionato e per adesso ha fatto seguire i fatti alle parole. Si tratta solo del venerdì, naturalmente, ma i risultati in particolare della 2^ sessione di prove libere, l’unica disputata su pista asciutta, non possono che regalare buone speranze ai tifosi del team di Maranello. Vettel infatti ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 1:31.261, oltre un secondo e mezzo più veloce della pole position dello scorso anno di Lewis Hamilton. Sebastian ha tenuto lontanissimi tutti gli avversari, relegando a più di 6 decimi di distanza l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen e ad 8 decimi le due Red Bull di Ricciardo e Verstappen. Importante per Seb anche la costanza dimostrata: per lui un totale di 23 giri completati, il migliore della top 8.

E le Mercedes? Sono distanti, inaspettatamente distanti: 6° Lewis Hamilton e 7° Valtteri Bottas, entrambi ad un secondo e 4 decimi dalla Ferrari di Vettel. Preoccupato Toto Wolff, il boss della Mercedes, che ha spiegato come al momento alle ‘Frecce d’Argento’ manchi il passo per stare con le rosse e come questo sia uno dei venerdì peggiori nella sua gestione. Resta da vedere se questo deficit di prestazione sia reale o se la casa tedesca non abbia ‘giocato’ mascherando quelle che sono le sue reali prestazioni. Inaspettatamente, davanti alle Mercedes si è piazzato anche Fernando Alonso, con la sua McLaren. Lo spagnolo è stato tra i protagonisti della giornata anche al mattino, quando con la pista bagnata ha fatto segnare il 3° tempo dietro alle due Red Bull. La 2^ sessione è stata poi fermata anticipatamente rispetto alla chiusura prevista a causa di un brutto incidente occorso a Romain Grosjean.