F1, Ocon minacciato di morte. Nel mirino la sua rivalità con Perez

@FACEBOOK

Clima folle attorno al pilota francese che ha dichiarato a L’Equipe di aver subito minacce di morte e di essere preoccupato per la sua sicurezza. La causa scatenante sarebbe la rivalità con Sergio Perez

La Formula 1 fa tappa in Messico e il clima si fa accesso, fin troppo, in casa Force India, team nel quale in questa stagione è esplosa la rivalità tra il fumantino idolo locale Sergio Perez e il neo arrivato francese Esteban Ocon. E’ di oggi la notizia, allucinante ci permettiamo di aggiungere, di minacce di morte arrivate alla persona di Esteban Ocon: il giovane talento transalpino ha rivelato questa situazione particolare ed estremamente inquietante che si trova a vivere a L’Equipe, uno dei principali quotidiani sportivi del suo paese: «Sono stato l’obiettivo di molte minacce di morte dopo il GP di Azerbaigian» ha spiegato il numero 31 della Force India «abbiamo dovuto prendere delle precauzioni per evitare problemi e oggi per fortuna ho tutte le persone di cui ho bisogno per la mia sicurezza». Ma da dove nasce questa situazione assurda? Proprio dalla gara corsa sul tracciato cittadino di Baku, quando Ocon e il suo compagno Perez arrivarono più volte ai ferri corti in pista, prima di scontrarsi in con l’auto del messicano che ebbe la peggio. Evidentemente alcuni pseudo-fans di Perez (anche se è davvero improprio chiamarli in questo modo) non hanno gradito l’accaduto ed hanno così iniziato a bersagliare di insulti e minacci il pilota francese.

La rivalità tra i due piloti, quella sana e sportiva confinata alla pista ovviamente, ha avuto il suo apice nel Gran Premio del Belgio quando per due volte i due alfieri del team indiano sono arrivati a contatto danneggiando le rispettive vetture e costringendo così il team a prendere provvedimenti di disciplina ‘interna’ nei GP successivi. Purtroppo evidentemente qualche imbecille che si spaccia per tifoso ha voluto usare il pretesto di questa sfida per mostrare il suo lato criminale. La trasferta messicana da questo punto di vista va quindi seguita con attenzione anche se lo stesso Ocon ha specificato che finora qui in Messico è andato tutto bene. Ha provato a gettare acqua sul fuoco anche lo stesso Sergio Perez che ha spiegato come la situazione con Ocon sia ormai stata chiarita sin dal weekend di Monza e che si è detto sicuro del fatto che qui i tifosi siano interessanti semplicemente allo sport.