F1 Singapore, Hamilton trionfa e allunga nel mondiale

hamilton germania gp
@IMAGEPHOTOAGENCY

L’incidente al via elimina le due Ferrari e Verstappen e lancia il britannico verso il successo e un pesante +28 su Vettel nel mondiale. 2° Ricciardo, chiude il podio l’altra Mercedes di Bottas

Lewis Hamilton vince il Gran Premio di Singapore. Un risultato incredibile alla vigilia con il pilota inglese che partiva 5° e che sulla carta non doveva avere il passo per competere con le Ferrari e le Red Bull. La gara però si decide tutta al via, anzi inizia a svoltare ancora prima, quando a pochi minuti dallo start il circuito viene bagnato da una fastidiosa pioggia che costringe piloti e meccanici a cambiare le gomme. Il crash della partenza fa il resto: le due Ferrari e Verstappen fuori alla prima curva e strada spianata per Hamilton, che riesce subito a sopravanzare Ricciardo, mentre Bottas si issa al 3° posto. Di fatto il Gran Premio per le prime posizioni finisce lì. Finchè la pista resta bagnata il tre volte campione del mondo della Mercedes guadagna costantemente sul pilota australiano, creandosi un cuscinetto di sicurezza che gli consente di rientrare con un giro di ritardo quando attorno al 30° passaggio arriva il momento di passare alle gomme d’asciutto. Le tre Safety Car scese in pista (che prolungano la gara fino a farla terminare per il limite delle due ore) non modificano la zona podio, con Hamilton attento a non lasciare mai riavvicinare troppo la Red Bull numero 3, oggi meno performante di quanto visto nelle prove libere. Per Lewis un weekend da sogno totalmente inatteso che lo proietta a +28 su Vettel nella classifica mondiale. Sorride al massimo anche la Mercedes che firma un 40-0 sulla Ferrari e porta a 102 punti il vantaggio sulla ‘rossa’ tra i costruttori.

Alle spalle dei primi 3 si scatenano le opportunità per le scuderia di metà classifica per far segnare punti importanti: il colpaccio lo realizza Carlos Sainz, che piazza la sua Toro Rosso al 4° posto, festeggiando così al meglio il contratto già firmato con la Renault per la stagione 2018. Ottimo 5° posto per la Force India con Sergio Perez, mentre in 6^ piazza giunge Jolyon Palmer, già appiedato per il 2018 dalla Renault ma bravo a sfruttare la giornata particolare che gli permettere di mettere a segno i primi punti della sua stagione e il miglior risultato in carriera. Zona punti centrata anche da Vandoorne con la McLaren che chiude al 7° posto, vendicando la solita sfortuna di Fernando Alonso, coinvolto nella carambola di partenza. Infine 8° posto per la Williams di Stroll davanti alla Haas di Grosjean e all’altra Force India di Ocon, ancora una volta a punti in questa stagione.

1 Hamilton L.Mercedes GP 2:03:23:543
2 Ricciardo D.Red Bull +4:507
3 Bottas V.Mercedes GP +8:800
4 Sainz Jr C.Toro Rosso +22:822
5 Perez S.Force India +25:359
6 Palmer J.Renault F1 +26:731
7 Vandoorne S.McLaren +30:388
8 Stroll L.Williams +41:696
9 Grosjean R.Haas +43:282
10 Ocon E.Force India +44:795
11 Massa F.Williams +46:536
12 Wehrlein P.Sauber +2 giri
Rit. Alonso F.McLaren
Rit. Ericsson M.Sauber
Rit. Hulkenberg N.Renault F1
Rit. Kvyat D.Toro Rosso
Rit. Magnussen K.Haas
Rit. Raikkonen K.Ferrari
Rit. Verstappen M.Red Bull
Rit. Vettel S.Ferrari