MXGP | Febvre scavalca Nagl e Cairoli in Germania

Romain Febvre è il nuovo leader del mondiale di motocross. Nagl e Cairoli ora inseguono

Il fine settimana appena concluso è stato caratterizzato da due personaggi che hanno catalizzato l’attenzione di noi appassionati del mondo delle due ruote. Due uomini che con due imprese straordinarie hanno dimostrato che è poi sempre il pilota il vero e unico protagonista di questo meraviglioso sport. Naturalmente parliamo dell’impresa memorabile in Germania del mondiale di motocross di Tony Cairoli che con tre fratture al braccio sinistro, rimediate sette giorni fa, ha deciso di andare a correre ugualmente e di provare a non mollare il mondiale che quest’anno sembra veramente stregato, il numero nove.

E’ accaduto invece l’impensabile. Nelle prove del sabato Nagl il suo avversario si è infortunato seriamente e non ha preso il via alla gara di domenica. Cairoli ha fatto un’impresa epica memorabile e incredibile: con tre fratture in gare due è riuscito addirittura a partire nelle prime posizioni, stare in zona podio per quasi tutta la gara, poi è crollato crollato fino al sesto posto. Quindi nuova rivoluzione in classifica e il giovanissimo debuttante Romain Febvre del team Rinaldi Yamaha è il nuovo leader del mondiale. Questo ragazzino eccezionale al debutto ha scavalcato in un colpo solo i due fortunati Nagl e Cairoli. Però Tony è lì a 17 punti. Ora 15 giorni di pausa e poi ci aspetta un finale di mondiale eccezionale.

L’altro protagonista del fine settimana è quell’incredibile pilota di 44 anni che ha deciso dopo due anni e otto mesi che non correva di tornare in sella e fare questa cosa assolutamente impensabile: miglior tempo il venerdì e due sesti posti a cinque secondi dai migliori. Veramente fenomenale la determinazione e la bravura di Max Biaggi, che forse ha anche un po’ sminuito il valore di questo mondiale perché veramente è sempre stato lì a 44 anni con i top rider.