Nasce la FIMPAR, la Onlus Diversamente Disabili rilancia

All’Eicma 2015 uno degli appuntamenti più emozionanti è stata la conferenza stampa della Di.Di. Onlus, che ha presentato la FIMPAR, Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico e i programmi per il 2016

Nella conferenza stampa del 18 novembre, presso lo stand di Bridgestone Italia, il Presidente della Onlus Di.Di. Emiliano Malagoli ha annunciato importanti progetti che animeranno il futuro dell’Associazione. Le ambizioni dei Di.Di., che registra un costante aumento del movimento di ragazzi disabili appassionati alle due ruote, sono sempre più elevate e un emozionato Malagoli  ha annunciato numerose novità alla presenza di amici e testimonial, potendo contare anche sulla presenza della madrina dell’associazione Annalisa Minetti.

L’inconfondibile voce di Giovanni di Pillo ha aperto la conferenza salutando i tanti ospiti presenti, da Lucio Cecchinello, Dario Marchetti, ai piloti Niccolò Canepa e un convalescente Alex De Angelis, che non ha voluto rinunciare a questo importante appuntamento. Anche Beppe Convertini, conduttore-attore e grande amico della Minetti, impegnato in numerose campagne sociali, è voluto entrare in contatto con una nuova realtà sempre più riconosciuta anche nel mondo dello spettacolo.

La grande novità per il 2016 è stata anticipata al pubblico e alla stampa con un video che ha raccontato in pochi minuti la nascita e la crescita del progetto Di.Di. nei suoi tre anni di attività, culminati nell’ultima importante pagina della sua storia: la costituzione della “FIMPAR – Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico” a cui Luca Pancalli, Presidente del CIP-Comitato Italiano Paralimpico, ha dato il benvenuto con un videomessaggio trasmesso in conferenza di cui riportiamo un estratto: “È con grande piacere che saluto la nascita della Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico  perché si unisce, al grande pianeta dello sport paralimpico, una opportunità in più. E’ evidente che si spostano sempre più avanti i limiti e le frontiere oggi inesplorate  di ciò che un ragazzo o una ragazza disabile possono fare nella dimensione sportiva. L’importante è che ciò avvenga in assoluta sicurezza ed è per questo che io sarò ben lieto come Comitato Italiano Paralimpico, in accordo con la Federazione che oggi nasce ma soprattutto con la Federazione Motociclistica Italiana, di aprire un tavolo affinché  vengano sviscerati tutti gli aspetti legati alla sicurezza dell’attività”.

Dopo aver ricevuto il benvenuto nel mondo Paralimpico, Emiliano Malagoli ha preso la parola, manifestando tutta la propria determinazione nel portare avanti questo nuovo progetto. “La collaborazione ricevuta da FMI-Federazione Motociclistica Italiana ha permesso a Di.Di. in questi anni di poter svolgere attività agonistica e sportiva sotto l’egida della stesa FMI” ha detto Malagoli “le particolarissime esigenze dei piloti disabili, in primis quelle relative alla loro sicurezza, hanno reso necessario la creazione di un nuovo soggetto che abbia una specificità tale da poterli rappresentare nelle sedi competenti. Determinante per questo prestigioso traguardo anche il contributo apportato dall’Automobile Club Roma: siamo onorati della loro presenza all’interno della FIMPAR: il loro supporto è determinante per il progetto Patenti AS, grazie al quale abbiamo rilasciato in poco meno di un anno ben 15 patenti. La volontà di FIMPAR è quella di dare una possibilità a quelle centinaia di disabili appassionati delle due ruote e salvaguardare un principio cardine della nostra costituzione, ovvero l’uguaglianza dei diritti. E’ proprio questa la ragione che aspiriamo ad ottenere un riconoscimento ai fini sportivi da parte del  CIP  e siamo assolutamente certi della volontà delle istituzioni di lavorare congiuntamente a noi per arrivare a colmare un vuoto giuridico che riguarda il binomio disabili/due ruote”.

Sono stati poi presentati gli altri progetti 2016, che vedono l’avvio di nuovi corsi di guida in collaborazione con il circuito Tazio Nuvolari di Cervesina (PV). I corsi vedranno la partecipazione di un istruttore d’eccezione. Nicola Dutto, pilota paraplegico professionista che quest’anno ha conquistato il 4° posto assoluto nella Coppa del mondo Baja, curerà personalmente i ragazzi paraplegici interessati a risalire in sella: una Honda NC 700 e un KTM Superduke 990 adattate con un sistema di rotelle posteriori garantiranno la piena sicurezza degli allievi.

Il programma del 2016 si arricchisce poi con la presentazione di Annalisa Minetti di “Never Give Up”, un format televisivo studiato per offrire informazioni, idee e soluzioni a chi ha una disabilità e vuole tornare a guidare in moto per semplice passione o per facilitare i propri spostamenti. Il nuovo format prevede approfondimenti dedicati ai disabili tra sport, gare, corsi di guida, patenti speciali, adattamenti, normative per tornare a inseguire i propri sogni. Il programma, prodotto da A&M Media Division, interamente ideato e condotto dalla Minetti e da Chiara Valentini, segretario della Onlus, si svilupperà in 20 puntate e verrà ospitato su AutomotoTV,  canale 148 della piattaforma SKY. Il 2016 si appresta quindi ad essere un’altra stagione intensa, ricca di attività ed emozioni, per questa Onlus che del “Never Give Up” ha fatto il suo motto.

1 COMMENTO