Formula 1 Barhain, la pole è di Bottas

QUALIFICHE BARHAIN
@IMAGEPHOTOAGENCY

Valtteri Bottas la spunta a sorpresa battendo Lewis Hamilton. Terzo e quinto posto per le Ferrari, divise dalla Red Bull di Ricciardo

La foto di rito al termine delle qualifiche di questo mondiale di Formula 1 vede gli stessi protagonisti ormai da tre gare consecutive, ma questa volta l’ordine è cambiato. A conquistare la pole position nel Gran Premio del Bahrain è stato infatti Valtteri Bottas, alla sua prima partenza al palo in carriera, che è riuscito con la sua Mercedes ad ottenere un ultimo giro perfetto in 1:28.769 e a sopravanzare la vettura gemella del compagno di squadra Lewis Hamilton per soli 23 millesimi!

Nei giorni scorsi erano piovute parecchie critiche sul finlandese, che dopo l’errore in regime di safety car in Cina era stato indicato da più parti come pilota non all’altezza di una squadra come la Mercedes, che lo ha scelto per sostituire Rosberg con un contratto per una sola stagione. L’ex pilota Williams ha invece risposto con un bel risultato che lo proietta tra i grandi protagonisti della gara di domani. E il poleman delle prime due gare Lewis Hamilton, favorito anche oggi a Sakhir, deve oggi accontentarsi del secondo posto e forse cominciare a dare un’occhiata anche nel box di fianco prestando maggiore attenzione a un compagno che sembrava non potesse impensierirlo fino ad oggi.

Terza posizione per la Ferrari di Sebastian Vettel, che rispetto alle prime due qualifiche dell’anno ha perso la prima fila e accusato un distacco maggiore dalla pole, rimediando 4 decimi dalle due Mercedes, rapidissime sul giro secco tra le dune del Bahrain. C’è comunque grande fiducia in casa Ferrari di poter far bene in gara grazie all’ottimo passo messo in mostra nelle prove libere del venerdì.

Grandi progressi in casa Red Bull, che è riuscita a scendere sotto il secondo di distacco dalla pole rispetto ai distacchi pesanti rimediati nei primi due appuntamenti. In particolare Daniel Ricciardo ha conquistato la quarta posizione in griglia con un ultimo giro perfetto, prevalendo per una manciata di millesimi anche sulla Ferrari di Kimi Raikkonen, che ha chiuso quinto. Il finlandese nel corso della Q1 ha perso un pezzo dal posteriore della sua vettura durante un passaggio sul cordolo e ha poi chiuso a tre decimi dal compagno di squadra precedendo l’altra Red Bull, quella di Max Verstappen che chiude la terza fila.

Il tedesco Nico Hulkenberg ha confermato l’ottimo stato di forma della Renault su questa pista conquistando la settima posizione davanti alla Williams di Felipe Massa. Chiudono la top ten la Haas di Romain Grosjean e Jolyon Palmer con l’altra vettura della casa francese.

Fuori dalla Q3 la Toro Rosso di Kvyat, autore di un errore all’ultima curva che non gli ha permesso di entrare tra i primi dieci. Dodicesimo il rookie Stroll davanti a un ottimo Pascal Wehrlein, al rientro dopo aver ceduto il volante ad Antonio Giovinazzi nelle prime due gare a causa di un infortunio. Il giovane tedesco è apparso subito a proprio agio con la sua Sauber, riuscendo a battere sia la vettura di gemella di Ericcson, sia l’ex compagno di squadra Ocon, quattordicesimo con una Force India in difficoltà a Sakhir.

Continuano i problemi di affidabilità in casa McLaren Honda, con Alonso quindicesimo e vittima dell’ennesimo cedimento della power unit nipponica. Lo spagnolo, che ha annunciato la sua partecipazione alla 500 miglia di Indianapolis e salterà il Gran Premio di Monaco, partirà domani con un nuovo motore per una gara che si preannuncia parecchio in salita. Problemi al propulsore anche per Carlos Sainz, che con la sua Toro Rosso non ha potuto concludere un giro che lo avrebbe probabilmente portato tra i primi dieci, e che precede Vandoorne, Perez, e Ericcson. Ultima posizione per il danese Magnussen dopo la bella prova in Cina che ha portato i primi punti dell’anno al team americano Haas.

Per la corsa di domani ci si aspetta una dura lotta per la vittoria e colpi di scena già alla partenza. Hamilton dovrà infatti provare subito a recuperare la prima posizione sul compagno Bottas, ma dovrà anche guardarsi le spalle da Vettel con una Ferrari apparsa molto competitiva in condizioni di gara. Appuntamento con il Gran Premio del Bahrain alle 17 in diretta su Sky Sport F1 HD e Rai Uno.