Giugliano: “Giornata difficile, e c’è l’incognita pioggia”

DUCATI LAUSITZRING
@ARUBA RACING

Il week end del Team Aruba Ducati al Lausitzring è iniziato in modo diverso per i due piloti. Buon quarto posto per Chaz Davies, mentre Davide Giugliano non è entrato direttamente in SP2 e sa che dovrà lavorare sulla moto

Non solo soddisfazioni per Ducati nel venerdì di libere in Germania. Chaz Davies si è confermato al top, nonostante un infortunio che aveva fatto preoccupare il gallese, mentre Davide Giugliano non ha trovato il giusto feeling con la Panigale, accusando un ritardo di oltre un secondo dalla vetta della classifica.

Secondo il pilota britannico, terzo nel mondiale :“Questa mattina siamo partiti con cautela, dopo lo strappo alla schiena negli ultimi test volevo innanzitutto sincerararmi delle mie condizioni. Fortunatamente non ho avuto alcun problema, ed abbiamo fatto una buona progressione. I test sono stati utili, perché non è facile trovare le traiettorie ottimali tra le buche”. Neanche Davies era certo di entrare direttamente in SP2, ma nel finale di sessione ha trovato il guizzo buono: “Il finale della FP2 è stato un po’ caotico, tutti cercavano una scia e non sono riuscito a fare un giro ‘pulito’, ma sono contento del nostro setup e del ritmo con gomme da gara”.

Meno contento Davide Giugliano, alle prese con un setup non soddisfacente della sua Panigale e per nulla felice del risultato conseguito: “È stata una giornata più difficile del previsto. Quella del Lausitz è una pista particolare, sia per il layout che per le condizioni dell’asfalto e, nonostante i test, abbiamo sofferto ancora problemi di bilanciamento”. Nonostante la performance deludente, Davide e la squadra stanno già lavorando per trovare soluzioni ed attaccare nella giornata di domani: “Stiamo analizzando i dati per riuscire a ritrovare i nostri punti di forza che ci hanno consentito in diverse occasioni di fare la differenza. Domani ci sarà anche l’incognita meteo ma, dato che con la pioggia sono sempre stato competitivo, potrebbe giocare a nostro favore”.