Hafizh Syahrin: il malese pronto ad esplodere in Moto2

Hafizh Syahrin

Vituperata da ex-piloti e denigrata da gran parte dei media, la Moto2 sta offrendo uno spettacolo incredibile nel 2016. Campionato incerto e nomi esotici su cui puntare per il futuro. In testa quello di Hafizh Syahrin, malese e velocissimo

Siamo da poco oltre il giro di boa del mondiale, la gara di Silverstone si è appena conclusa ed è tempo di fare bilanci. Il motomondiale 2016 si sta comportando egregiamente, molte delle novità regolamentari sembrano essere state metabolizzate, le tre categorie offrono molto spesso gare entusiasmanti, lo stesso purtroppo non si può dire della classifica piloti nelle varie categorie. Se nella classe regina c’è ancora una flebile speranza di vedere ancora  un campionato aperto, in Moto3 il sudafricano Brad Binder potrebbe prendersi un mese di vacanza e al suo ritorno sarebbe ancora saldamente in testa alla classifica.

L’unica speranza concreta di vedere un finale scoppiettante, obbligandoci ad alzarsi ad orari che la domenica mattina non dovrebbero neanche essere contemplati, resta dunque la Moto2. Categoria estremamente particolare, criticata da alcuni, poco seguita dai Costruttori (tranne la Ktm, che prepara il suo debutto nel 2017) ma pur sempre spettacolare e utile per molti piloti. Fare bene qui vuol dire avere un ottimo biglietto da visita per entrare in MotoGP dalla porta principale.

Il finale di campionato vedrà confrontarsi il veterano Johann Zarco e l’astro nascente Alex Rins, con l’unico problema che quest’ultimo ha una clavicola malconcia. Ma si sa, quando ci si gioca un mondiale un pilota trova energie e motivazioni anche sotto le scarpe. Questa situazione così equilibrata in classifica potrebbe far sì che uno faccia la gara sull’altro, portando i due piloti a diventare abili ragionieri e a lasciare posizioni importanti a quelli che hanno molto meno da perdere.

Chi potrebbe guadagnarne, conquistando la prima vittoria, potrebbero essere gli italiani Franco Morbidelli e Lorenzo Baldassarri. Anche un’altra nazione potrebbe aver dalla Moto2 un regalo di Natale un po’ anticipato: la Malesia. Se in moto3 Pawi ha già fatto storia sul bagnato, diventando il nuovo Anthony West con gli occhi a mandorla, in Moto2 c’è un suo connazionale che va forte, non solo sul bagnato, e risponde al nome di Hafizh Syahrin.

@Gold & Goose/Red Bull Content Pool
@Gold & Goose/Red Bull Content Pool

E’ alla sua terza stagione completa in Moto2 con il team Petronas. Dopo un 2014 e un 2015 di apprendistato, quest’anno ha fatto un netto salto in avanti. Finora infatti solo in 3 occasioni non è entrato nella top 10, finendo 3 volte con la medaglia di legno al collo. Il ragazzo non è un fulmine di guerra in qualifica, ma cade poco e la domenica ha molto spesso un passo gara in linea con i migliori. Gli manca solo quell’ultimo step per finire la gara con in mano una bottiglia di champagne.

Sarebbe una buona idea segnarsi sul calendario il 30 Ottobre. Si corre a Sepang, a casa sua. E a casa sua 4 anni fa, iscritto come wild card locale, conquistò sotto l’acqua un romanticissimo 3° posto  che profuma tanto di anni 90. In quel periodo i vari piloti locali facevano capire ai colleghi più famosi e titolati che a casa loro, comandavano loro.

Considerando che 4 dei primi 5 piloti in classifica a fine anno saluteranno la compagnia, questo eventuale finale di stagione potrebbe essere il preludio per un cambio di guardia al vertice della prossima. Quindi, se volete scalare posizioni al bar e guadagnarvi il titolo di mago Otelma in versione sport, pubblicizzate i nostri piloti, ma cominciate a parlare anche di Hafizh Syahrin.

Non ve ne pentirete.

1 COMMENTO