Incidente Davies: infrazione ad una vertebra, non correrà gara 2

Incidente Davies
Ph. Giandomenico Papello

Una infrazione alla terza vertebra lombare terrà Chaz Davies lontano dalla pista nella seconda manche della SBK a Misano

Quando Chaz Davies si è alzato ed è andato verso la sua moto dopo la caduta di Gara1 a Misano, sembrava che nonostante la violenza dell’impatto con la moto di Jonathan Rea, non ci fossero conseguenze gravi per il pilota Ducati. Ma la risonanza effettuata all’Ospedale di Rimini ha rivelato un quadro meno rassicurante: infrazione al processo traverso della terza vertebra lombare, contusione con dislocazione del pollice destro ed una forte contusione al polso. Per fortuna, nessun interessamento al midollo spinale e tutto sommato bilancio meno catastrofico di quanto sarebbe potuto essere. L’impatto con la moto di Rea (GUARDA QUI IL VIDEO) è avvenuto in uscita di curva, quando il pilota Kawasaki aveva appena ripreso in mano il gas per uscire di curva, andando ad impattare la schiena di Davies che stava perdendo l’anteriore della sua Panigale, con una dinamica di caduta che ha ricordato molto da vicina quella occorsa a Sepang a Marco Simoncelli.

Le protezioni moderne ed una grandissima dose di fortuna, hanno permesso a Davies di rialzarsi sulle sue gambe ed hanno tutto sommato tenuto il bilancio della caduta nei limiti dell’accettabile. Peccato per il campionato, che con questa battuta d’arresto perde uno dei sicuri protagonisti. Le speranze che il mondiale non sia vinto da Rea sono tutte sulle spalle del suo compagno di team Tom Sykes. Sembra sempre di più che anche nel 2017 l’iridato sarà nuovamente uno dei piloti ufficiali di Akashi. Un dominio che dura dal 2013, con il solo 2014 a fare da parentesi con la vittoria Aprilia targata Guintoli.

Non sembra essere a rischio la tappa di Laguna Seca per l’alfiere Ducati, ma con tanti punti da recuperare, appare chiaro che le sue chance di poter ancora competere per il titolo siano ridotte all’osso dopo questa brutta tegola.