Doppietta Rea a Phillip Island. Melandri sul podio

@KAWASAKI

Partenza perfetta per Jonathan Rea nel mondiale SBK, con una doppietta conquistata dopo una bella lotta con le Ducati

Ennesima prova di forza in SBK per Jonathan Rea, che è imbattibile a Phillip Island e conquista una magnifica doppietta con la sua Kawasaki. Il campione del mondo non ha risentito della griglia rovesciata che avrebbe potuto rendere più difficile il suo cammino in gara, ed ha battuto di forza entrambe le Ducati Panigale del Team Aruba. Il pilota che difende i colori di Akashi ha tenuto a bada il trio terribile Ducati composto da Davies, Melandri e da un coriaceo Xavi Fores, senza dimenticare le incursioni al top di Alex Lowes. La Ninja si è mostrata superiore, e la guida perfetta di Rea ha fatto il resto, permettendogli di conquistare la quarantesima vittoria in SBK.

Chaz Davies ha spinto fino all’ultimo metro di gara per tentare di resistere a Rea, ma anche in questa seconda manche incassa una sconfitta al fotofinish, dopo averle provate semplicemente tutte per battere il campione del mondo in carica. Dopo le polemiche di fine gara nella prima frazione, il gallese della Ducati era incattivito ed ha messo spesso la propria Panigale davanti alla Ninja di Rea, ma gli è mancato lo spunto negli ultimi metri di gara. Chaz Davies può in ogni caso sorridere, perchè porta a casa un bottino di 40 punti che sono oro per il mondiale.

Sul podio sale anche Marco Melandri, che si rifà dopo la delusione di gara 1 e arriva sul traguardo a pochissimi centesimi da Rea e Davies. Melandri avrà molte occasioni per rifarsi e conquistare un podio alla prima gara conclusa potrebbe regalare la carica che serve per essere sempre della partita nelle prossime gare.

Di nuovo ai piedi del podio Alex Lowes, che ha regalato anche in questa seconda manche una grande prestazione, con sorpassi aggressivi ma puliti e la dimostrazione che la R1 è cresciuta moltissimo grazie alle cure di Gerno di Lesmo, nuova sede della struttura racing SBK per la Casa di Iwata.

Ottima prova di Xavi Fores in gara 2, con lo spagnolo della Ducati Barni si è preso il lusso di battere anche Tom Sykes, il pilota che ha forse subito di più la griglia invertita e non è andato oltre una sesta piazza deludente per un pilota con le sue potenzialità.

Top ten di gara completata da Van Der Mark, Camier e la coppia Aprilia formata da Sadavori e Laverty. Altra delusione per Honda, con Hayden fuori e Bradl fuori dai primi dieci. La seconda frazione di questo primo round mondiale è stata l’occasione per testare la novità della griglia invertita e lo spettacolo offerto in pista fa pensare che la formula è azzeccata, e che durante la stagione ci sarà molto da divertirsi.

Per ora la classifica iridata conferma che Jonathan Rea sarà l’uomo da battere, dall’alto dei suoi 50 punti, seguito da Davies a 40. Sykes e Lowes si dividono la terza piazza con 26 punti e per trovare Melandri si deve scendere in settima piazza, dove si è collocato grazie ai 16 punti conquistati in gara 2.

L’appuntamento è per 12 Marzo, con il secondo round della stagione da correre in Thailandia.

Questa la classifica della seconda frazione SBK a Phillip Island