La pioggia rovina le qualifiche in Qatar, moto e piloti ai box

valentino rossi
imagephotoagency

Il maltempo in Qatar ha battuto i bolidi del motomondiale lasciando tutti i piloti ai box e impedendo il normale svolgimento delle qualifiche. Domani si prospettano gare ricche di incognite

Motomondiale bagnato motomondiale fortunato, parafrasando un famoso detto: di sicuro per adesso il maltempo non ha reso felici i piloti delle due ruote costretti a passare il tempo ai box invece che in pista. In Qatar questa mattina la pioggia è caduta incessante bagnando la pista e impedendo il normale svolgimento del weekend: oggi infatti le tre classi avrebbero dovuto cimentarsi nei primi turni di qualifiche ufficiali del Mondiale 2017 ma purtroppo il tempo ci ha messo lo zampino. La Commissione gara ha aspettato molto prima di cancellare le qualifiche cercando prima di drenare la pista, anche con addetti armati di scopa, ma la conformazione del tracciato di Losail non si adatta alla pioggia, soprattutto a causa dei rivoli d’acqua che la attraversano. Le pozze d’acqua hanno reso la pista pericolosa e le vie di fuga impraticabili e dopo ore di attesa si è deciso di mandare a casa piloti e meccanici.

Domani il tempo dovrebbe essere buono e quindi gli orari di gara sono invariati ma i capi tecnici hanno chiesto sessioni di warmup più lunghe al fine di poter sistemare al meglio le moto. I piloti scatteranno a seconda dei tempi combinati dei tre turni di libere: in Moto3 la pole è quindi di Jorge Martin, in Moto2 di Franco Morbidelli e in MotoGP di Maverick Viñales. Questo contrattempo è destinato a far discutere molto e già sono sorte le prime polemiche contro la Dorna e il modo in cui ha gestito il weekend ma quello che conta adesso è che domani il tempo sia migliore per poter lavorare durante il pomeriggio e in gara. Le sorprese del Qatar non sono finite.