La versione di Romano Fenati

romano fenati moto3

Il licenziamento in tronco da parte dello Sky Racing Team di Romano Fenati era stato raccontato da una sola delle parti coinvolte. Ecco la versione di Romano Fenati su quanto accaduto

Romano Fenati ha finalmente detto la sua. Il licenziamento dell’estate è stato finalmente raccontato anche dall’altro protagonista della vicenda. Dopo aver letto i comunicati dello Sky Racing Team VR46 ed aver ascoltato le parole di un Valentino Rossi “dispiaciuto di non essere riuscito a rendere Fenati un professionista“, arriva un comunicato stampa da parte della FennyFive Srl, il management che gestisce la carriera del pilota ascolano.

In relazione alle notizie diffuse da vari organi di informazione nei giorni scorsi, la FennyFive srl, nella persona del suo Amministratore Unico Sabrina Fenati specifica che:

A Zeltweg sabato 13 agosto non c’è stata alcuna lite furiosa piuttosto un confronto, a tratti sostenuto, tra me e Pablo Nieto (direttore sportivo team Sky VR46) all’interno dell’area hospitality dello Sky Racing Team VR46 sugli obblighi contrattuali a mio parere non adempiuti da parte del team.
A questo incontro ne è seguito un secondo nell’ufficio privato dello Sky Racing Team tra me, Romano, Pietro Caprara (direttore tecnico team Sky VR 46), Pablo Nieto e Alessio Salucci (Uccio) titolare del team, dove tra l’altro è stato nuovamente recriminato un mancato adempimento di obblighi, in realtà non previsti dal contratto, a Romano. Nessuno si è picchiato, nessuno ha tirato niente a nessuno.
Al termine della riunione, Romano ha appoggiato il pass sul tavolo in maniera energica, ma non l’ha tirato. La discussione è finita qui. Ripeto, non c’è stata alcuna furiosa lite, né spinta, né niente.

Versione completamente diversa dunque da quanto trapelato nell’ultima settimana, secondo cui il pilota si sarebbe reso protagonista di una lite furiosa condita da scontro fisico e lancio di pass sul volto dei manager.

2 Commenti