Lucas Mahias, tutto sul nuovo campione della Supersport

LUCAS MAHIAS
@YAMAHA

Il francese Mahias del team GRT Yamaha ha spezzato l’egemonia di Sofuoglu prendendosi il titolo al termine di una stagione incredibile

La Supersport ha un nuovo campione del mondo: è francese, perennemente serio in volto, guida una Yamaha ufficiale, il suo numero è il 144. Stiamo parlando ovviamente di Lucas Mahias, il pilota transalpino che ha spezzato l’egemonia sul Mondiale SSP di un certo Kenan Sofuoglu al termine di una stagione pazza ed incredibile finita solo all’ultimo appuntamento in Qatar per la testardaggine dello stesso Kenan, che ha voluto rientrare a tutti i costi e provare l’impresa incredibile di vincere da infortunato gara e titolo. Ma nel racing si diche che chi vince ha sempre ragione, e Mahias ha vinto con merito un titolo che è sembrato sfuggirgli dalle mani dopo l’incredibile sequenza di vittorie e risultati del suo rivale Sofuoglu, un Sofuoglu rimasto in corsa nonostante quattro round saltati per infortunio ed un ritiro per mano, involontaria, di Caricasulo.

Cerchiamo di conoscere meglio il nuovo campione del mondo Supersport Lucas Mahias. Lucas nasce a Mont-de-Marsan il 14 aprile 1989, dunque ha 28 anni, non più un ragazzino ma ormai un pilota esperto e velocissimo. Il suo debutto in pista nei palcoscenici mondiali arriva soltanto nel 2013 in Moto2 come wild card in sella ad una Transfiormers nella gara di Brno che conclude in 22^ posizione. Prende parte, sempre nel 2013, anche all’appuntamento di Valencia ma questa volta in sella ad una moto del team Tech3 chiudendo 24°. Nel 2014 disputa 3 gare in Moto2 e sempre come wild card in sella alla Transfiormers: in Francia arriva 18°, a Brno è 31° ed a Valencia è ritirato. Nello stesso anno disputa anche due round del Mondiale Supersport con una Yamaha R6: in Francia è ritirato mentre in Qatar chiude al 4° posto. Il 2014 è anche l’anno che lo vede campione francese categoria Supersport vincendo tutte le 12 gare in calendario.

Il 2015 lo vede come pilota titolare in Supersport con la Kawasaki del team Intermoto Ponyexpress ma l’avventura si chiude dopo 6 round ed appena 22 punti conquistati frutto di un 4° posto in Thailandia ed un 7° ad Assen. Ritorna per gli ultimi 3 round della stagione ma in sella ad una Yamaha R6 del team MG Competition: in Spagna si ritira, a casa sua in Francia sale per la prima volta in carriera sul podio ed in Qatar chiude al 4° posto con un bottino finale di 51 punti. Chiude la stagione con la wild card a Valencia in Moto2 di nuovo con una Transfiormers ma si ritira. Nel 2016 la squadra francese Yamaha GMT94 del Mondiale Endurance lo sceglie come pilota titolare. Sempre nel 2016 debutta nel Mondiale Superbike nel Gran Premio d’Olanda al posto dell’infortunato Sylvain Barrier sulla Kawasaki del team Pedercini andando a punti in entrambe le manche. Disputa anche tre appuntamenti della Stock 1000 al posto degli infortunati Riccardo Russo e Florian Marino sulla Yamaha del Pata Official Stock Team vincendo due gare (Misano e Magny Cours) e finendo secondo a Jerez con giro veloce in gara.

Il resto è storia recente come si dice. Il team GRT Yamaha lo sceglie insieme a Federico Caricasulo per formare la squadra che ha l’obiettivo di vincere il titolo Supersport e porre fine all’egemonia di Sofuoglu e della Kawasaki. Con 2 vittorie (Aragon e Qatar) ed 8 podi complessivi, Lucas Mahias è il nuovo campione del mondo piloti della categoria dopo che Yamaha a Jerez aveva centrato il titolo costruttori. Lucas è il quarto francese dopo Chambon, Foret e Charpentier a vincere il titolo piloti.