Marc Marquez sul trittico: “Handle with care!”

MARQUEZ MOTEGI
@HONDA RACING CORPORATION

Motegi è il circuito di casa per la Honda, e sarà anche la sede della prima tappa del trittico asiatico. Per Marc Marquez, un tris di gare da “Maneggiare con cura”. Dani Pedrosa alla ricerca del feeling perduto

Il team Honda HRC sta attraversando un periodo formidabile, dopo la doppia vittoria di Pedrosa a Misano e Marquez ad Aragon. Il momento migliore della stagione, proprio alle porte della gara di casa per il colosso di Tokyo. Motegi è la tappa più importante per le Case giapponesi, il posto dove è assolutamente vietato sbagliare. Eppure Marc Marquez crede che il miglior approccio possibile sia quello conservativo, nell’ottica di mettere in cassaforte il titolo di campione del mondo 2016 ormai vicinissimo.

Lo spagnolo ha vinto su questo tracciato in 125 nel 2010, per poi fare sua anche la gara Moto2 nel 2012. Per ora gli è sfuggita la vittoria in MotoGP su questa pista, nonostante nel 2014, con il secondo posto conquistato, sia stato il primo pilota Honda della storia a celebrare la vittoria di un titolo mondiale proprio a Motegi.

Diversa la storia tra Dani Pedrosa ed il Twin Ring, con il pilota che in carriera ha raccolto già cinque vittorie, tra cui la meravigliosa vittoria sul bagnato della scorsa stagione. Dani ha vinto in MotoGP a Motegi anche nel 2011 e nel 2012. Precedentemente aveva fatto sua la vittoria in Giappone, in quello che all’epoca era il GP del Pacifico, anche nel 2004 in 250 ed in 125 nel 2002. Se sommiamo alle vittorie i podi conquistati, capiremo che c’è un innegabile feeling tra Pedrosa ed il circuito di proprietà della Honda.

DANI PEDROSA MOTEGI
@HONDA RACING CORPORATION

Il leader di campionato Marquez inquadra così il trittico di gare alle porte:Le tre gare davanti a noi rappresenta un periodo molto impegnativo della stagione, perchè ci sono tre gare di fila da correre in zone climaticamente molto diverse tra loro. Per questo è necessario approcciare con calma queste gare e con la stessa concentrazione che abbiamo avuto durante la stagione. Il Gran Premio del Giappone è un appuntamento molto importante per noi essendo il GP di casa della Honda, ed una delle piste su cui abbiamo dei bellissimi ricordi, in particolare legati alla conquista del titolo 2014.” Secondo Marc Marquez c’è una differenza fondamentale tra la tappa di Aragon e quella di Motegi: “D’altra parte, è un circuito abbastanza difficoltoso per noi. Per fare un esempio, se ho definito Aragon una pista su cui attaccare, ritengo che Motegi sia una pista su cui difendersi e fare il maggio numero di punti possibile. Detto ciò, ci avviciniamo al weekend di gara con una mentalità aperta, con l’obiettivo di raggiungere il miglior risultato possibile ma pronti ad adattarci a qualsiasi circostanza si ponga.”

Dani Pedrosa ha vinto tantissimo a Motegi e non nasconde le proprie ambizioni per il GP di casa della Honda: “Motegi è una delle mie piste preferite, ed oltre al fatto che è il circuito di casa per la Honda, qui ho raccolto sempre ottimi risultati. Chiaramente vogliamo raccogliere il miglior risultato possibile di fronte ai nostri tifosi giapponesi, ma dobbiamo arrivare nel paddock e lavorare subito sulla moto e sulle gomme, per capire se potremo essere competitivi come siamo stati nelle ultime gare.  Al momento, la cosa importante è la combinazione finale tra le gomme e la moto. Anche io faccio parte di questa alchimia ovviamente, e cercherò di fare del mio meglio a cominciare dal venerdì.”