Moto2 Phillip Island, la KTM si candida come pretendente al titolo 2018

Oliveira-Ktm-Moto2-Australia
@KTM - Ph: Gold and Goose

Gara perfetta dei due piloti KTM con Miguel Oliveira che conquista la sua prima vittoria in Moto2. Terzo Franco Morbidelli che allunga nel Mondiale

Prima vittoria in Moto2 di Miguel Oliveira che a Phillip Island ha portato la KTM sul gradino più alto del podio, la sua è stata una gara da maestro: il pilota portoghese è scattato perfettamente dalla terza casella della griglia per salire in prima posizione già dopo il curvone iniziale; da quel momento ha sempre mantenuto la testa della gara con un passo veloce e una guida pulita, aiutato da una moto che ha dimostrato ancora una volta una crescita sorprendente dato che ha debuttato in Moto2 soltanto quest’anno in Qatar. La creazione della casa austriaca si sta davvero distinguendo dalle rivali e il prossimo anno si può già candidare come una pretendente al titolo, un progetto ambizioso e giovane che può contare anche sulla presenza nel team di due piloti giovani e di talento come Oliveira e Brad Binder. Proprio il campione Moto3 2016 oggi è stato autore di una bella gara in Australia, dove ha lottato in un testa a testa serrato con col leader della classifica Franco Morbidelli, riuscendo a prendersi la seconda posizione, il primo risultato di pregio in Moto2. La KTM non dimenticherà tanto facilmente questa gara che è stata celebrata con abbracci e lacrime al parco chiuso.

Sul terzo gradino del podio è salito Morbidelli che ha visto incrementare così il suo vantaggio in classifica su Thomas Luthi che adesso è di 33 punti quando in ballo ce ne sono 50 e a Sepang per lui ci sarà la prima possibilità concreta di chiudere matematicamente il campionato Moto2 con una gara d’anticipo. Lo svizzero invece non ha mai trovato il ritmo in gara, complice anche una brutta caduta nel warmup e ha chiuso in decima posizione tornando ai box deluso e forse ormai convinto di aver perso la possibilità di lottare per il titolo mondiale. Un plauso va a Takaaki Nakagami che a due giri dalla fine, mentre si trovava in seconda piazza grazie ad un recupero realizzato durante tutta la gara, è caduto lasciando il podio a Binder e Morbidelli che comunque stavano lottando con il giapponese. Un’altra caduta che ha cambiato la faccia della gara è stata quella del poleman di Phillip Island Mattia Pasini che dopo una brutta partenza si è trovato in mezzo al gruppo ed è stato vittima di un high-side di Marcel Schrotter che ne ha causato la scivolata. Rimanendo in tema Italia, Simone Corsi ha chiuso settimo alle spalle di Alex Marquez, Pecco Bagnaia 12° dopo aver lottato a lungo per un piazzamento migliore, Stefano Manzi 13° seguito da Lorenzo Baldassarri e Luca Marini 23°, mentre Andrea Locatelli è caduto ad inizio gara.

Questa la classifica Moto2 a Phillip Island:

1 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Ajo KTM 169.2 39’25.920
2 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Ajo KTM 168.9 +2.974
3 Franco MORBIDELLI ITA EG 0,0 Marc VDS Kalex 168.9 +3.846
4 Jesko RAFFIN SWI Garage Plus Interwetten Kalex 168.6 +7.348
5 Xavi VIERGE SPA Tech 3 Racing Tech 3 168.6 +7.403
6 Alex MARQUEZ SPA EG 0,0 Marc VDS Kalex 168.3 +12.125
7 Simone CORSI ITA Speed Up Racing Speed Up 168.3 +12.217
8 Dominique AEGERTER SWI Kiefer Racing Suter 168.3 +12.244
9 Sandro CORTESE GER Dynavolt Intact GP Suter 168.3 +12.475
10 Thomas LUTHI SWI CarXpert Interwetten Kalex 168.3 +12.605
11 Axel PONS SPA RW Racing GP Kalex 168.2 +12.971
12 Francesco BAGNAIA ITA SKY Racing Team VR46 Kalex 167.7 +20.887
13 Stefano MANZI ITA SKY Racing Team VR46 Kalex 167.1 +28.821
14 Lorenzo BALDASSARRI ITA Forward Racing Team Kalex 166.9 +31.214
15 Remy GARDNER AUS Tech 3 Racing Tech 3 166.7 +34.678
16 Hafizh SYAHRIN MAL Petronas Raceline Malaysia Kalex 166.7 +34.911
17 Augusto FERNANDEZ SPA Speed Up Racing Speed Up 166.6 +35.694
18 Tetsuta NAGASHIMA JPN Teluru SAG Team Kalex 165.2 +56.487
19 Isaac VIÑALES SPA BE-A-VIP SAG Team Kalex 165.2 +56.528
20 Iker LECUONA SPA Garage Plus Interwetten Kalex 165.2 +56.550
21 Khairul Idham PAWI MAL IDEMITSU Honda Team Asia Kalex 165.1 +57.548
22 Tarran MACKENZIE GBR Kiefer Racing Suter 164.9 +1’01.191
23 Luca MARINI ITA Forward Racing Team Kalex 162.3 +1’39.824