Moto2 Qatar, Pecco Bagnaia: «Ho vinto grazie al duro lavoro»

bagnaia

Stupenda doppietta italiana in Moto2, mentre dopo la caduta di Bastianini, in Moto3 ottima prova del compagno Dalla Porta, al primo podio iridato in carriera

Prestazione positiva non solo per gli italiani in MotoGP con un fantastico Dovizioso in primis, ma anche nelle categorie inferiori. I nostri piloti hanno vinto due gare su tre e la rimanente è stata vinta da un pilota spagnolo, i nostri eterni rivali nei motori. Dunque inizia bene il Motomondiale per gli italiani, sperando che sia di buon auspicio per il resto della stagione.

In Moto2, meravigliosa doppietta italiana con Bagnaia, che non delude le attese, vincendo la prima gara della sua carriera in Moto2 dopo un’emozionante duello all’ultimo giro con Baldassari, approfittando anche del problema al freno posteriore che ha subito Alex Marquez nel finale, giunto terzo prima di un convincente Pasini. Nono il compagno di Pecco Marini, quattordicesimo Corsi, e fuori dalla zona punti Locatelli, Fenati, Manzi e Fuligni. Le parole rilasciate dai due mattatori della corsa:

Pecco Bagnaia«Sono partito forte, ma Marquez e Baldassarri hanno ricucito il gap e negli ultimi giri ho dovuto chiudere tutte le porte per non perdere la testa della corsa. Questa è la prima vittoria per me e per il Team in Moto2: la dedico a tutti coloro che lavorano a questo progetto e mi hanno sempre supportato, alla mia famiglia e ai ragazzi della VR46 Riders Academy. Sono contento, è stato il frutto del tosto lavoro fatto d’inverno. E’ stato molto divertente combattere con Balda, sembravano le sfide che facciamo sul divano ai videogiochi da coinquilini. Non me lo sarei mai aspettato».

Lorenzo Baldassari: «Mi mancavano queste sensazioni, avevo un gran ritmo. Ho spinto tantissimo e sono riuscito a raggiungere Pecco. Ho pensato quale fosse la curva migliore in cui superarlo e ce l’ho fatta, peccato che ha reagito subito».