Pole di Lorenzo a Le Mans, settimo Rossi

jorge-lorenzo-le-mans-2016
©imagephotoagency

Jorge Lorenzo continua il suo weekend perfetto in Francia, conquistando una pole position fantastica nelle qualifiche. Secondo e staccato di ben quattro decimi di secondo il leader del mondiale Marquez. Solo settimo Valentino Rossi, lontano dal dominio di Jerez 

In due settimane può cambiare tantissimo lo scenario della MotoGP. Il paddock del motomondiale ha salutato il circuito di Jerez della Frontera con il dominio di Valentino Rossi, capace di fare la classica corsa perfetta. In tanti si aspettavano che la tappa spagnolo fosse la prima di una serie di gare in cui il n°46 avrebbe corso al top dal primo all’ultimo giorno del weekend di gara.

Ma le qualifiche di oggi ci hanno restituito il dominatore, l’unico capace di abbattere il muro dl 1.32 sul giro secco. Il fatto che Jorge Lorenzo sia anche titolato di un passo semplicemente inavvicinabile per chiunque, restituisce la dimensione della sua superiorità sul tracciato di Le Mans.

Le gomme portate da Michelin per il GP di Francia piacciono allo spagnolo, che ha ritrovato il feeling perso nella domenica caliente di Spagna e ha fatto venire un gran mal di testa a tutti gli avversari, a partire dal compagno di box Valentino Rossi, che ha accusato ben 8 decimi di distacco dal maiorchino, e soprattutto non ha mai trovato un feeling davvero buono con la M1.

Rossi è un grandissimo animale da gara e potrebbe regalarci una grande rimonta domani, ma il Valentino edizione Jerez 2016 appare lontano. La situazione è anche migliorata per l’italiano dopo un venerdì quasi tragico, in cui ha incassato un distacco superiore al secondo nei confronti di Lorenzo.

Continua a restare al top Marc Marquez, che ha dichiarato dopo le qualifiche di ambire alla lotta per il secondo posto, consapevole che la vittoria è un affare privato tra Jorge Lorenzo e la Yamaha n°99. Il Cabroncito ha conquistato la piazza d’onore in griglia, ma il suo distacco è di ben quattro decimi e la speranza è di portare a casa altri 20 punti importantissimi per il mondiale.

Ottime notizie dalla Ducati, che piazza Iannone in prima fila terzo e Dovizioso quinto. La Desmosedici digerisce bene Le Mans, pista meno ostica di Jerez per la moto italiana, ed anche le Michelin portare in Francia dal gommista di Clermont Ferrand calzano perfettamente le caratteristiche della moto rossa.

Il duo dell’A-Team è stato diviso da un grandissimo Pol Espargaro, quarto con la M1 del Tech3 e voglioso di mostrarsi meritevole della conferma per il 2017, nel ruolo di leader in squadra al fianco del debuttante Folger, ingaggiato in questi giorni da Harve Poncharal, titolare del team.

Completa la seconda fila Bradley Smith con l’altra M1 del Tech3, e finalmente veloce in qualifica dopo le difficoltà di Jerez ed Austin. Ottimo il rientro di Danilo Petrucci, che conquista una grandissima decima posizione in qualifica, lasciando alle sue spalle anche Dani Pedrosa, solo undicesimo dopo l’exploit di ieri mattina nelle prime libere. L’italiano della Pramac ha sonoramente bastonato il compagno Scott Redding, che si deve accontentare del quattordicesimo posto, senza neanche entrare in Q2.

Domani il semaforo si spegne alle 14 ora italiana e si spera di assistere ad una gara in cui lo spagnolo Lorenzo non prenda il volo nelle primissime battute di gara. Tocca a Marc Marquez ed Andrea Iannone il compito di arginare il dominio potenziale del campione del mondo in carica, sperando che Valentino trovi lo spunto per avvicinarsi al top e fare una gara d’attacco.

Griglia di partenza MotoGP Le Mans 2016

griglia