MotoGP, Agostini teme la scalata ai suoi record di Marquez

giacomo agostini

Giacomo Agostini è il pilota più vincente della storia del motociclismo, ma i suoi record sono minacciati dall’avanzata di un pretendente molto accreditato: Marc Marquez

Giacomo Agostini vinceva titoli a raffica con la sua rossa Mv Agusta e poi in sella alla Yamaha, correndo spesso nella stessa giornata più di una gara e prendendosi il lusso di bere champagne più volte nella stessa domenica. Agostini è il mito del motociclismo, il simbolo di un’epoca ed è anche il pilota che può contare il maggior numero di titoli iridati nel suo palmares, con l’incredibile cifra di 15 mondiali che si è aggiudicato tra 350 e 500 in sella sia all’italiana Mv Agusta che alla Yamaha.

Una carriera ed un bottino impressionate, messo assieme dal 1963 al 1977 correndo in totale 190 gare di cui 123 vinte. Fa ancora più impressione leggere il dato riguardo il numero di podi conquistato che sale alla cifra di 162. In pratica, Giacomo Agostini è salito sul podio nell’85% delle gare disputate, segnando uno score semplicemente irripetibile. Eppure, tutti questi record sono sottoposti ad una pressione davvero fortissima da parte di un altro grande campione, che sta tracciando una strada perfettamente in linea con la tabella necessaria per battere questi stessi record. Stiamo ovviamente parlando di Marc Marquez, fresco vincitore del suo sesto titolo iridato.

Lo spagnolo ha debuttato nel 2008 in 125 e da quel giorno ha già messo assieme 168 partenze totali. Dobbiamo ovviamente ricordare che all’epoca di Agostini il mondiale si disputava su un numero di gare spesso inferiore alle dieci tappe in stagione. Questo è il motivo per cui dopo meno di dieci anni di mondiale, Marquez ha già quasi raggiunto il numero totale di partenze di Agostini. Lo spagnolo di queste 168 gare, ne ha vinte 61, con uno score del 36% di vittorie sul totale partenze. Il numero di podi totale invece è di 102, portando lo score ad un ottimo 60% di presenze sul podio per gare disputate.

Marquez ha già vinto 6 titoli iridati, con il 2017 che l’ha incoronato per la quarta volta Re della MotoGP. Un ruolino di marcia impressionante, soprattutto considerando che il Cabroncito ha solo 24 anni e potrebbe ancora migliorare molto come pilota aumentando il suo già ricchissimo bottino.

Parlando a Radio Marca, lo stesso Giacomo Agostini ha commentato questa situazione offrendo il suo punto di vista sulla vincenda: «Marquez è un fenomeno! Devo dire che è una pessima persona perchè vuole battere i miei record (ride), è incredibile! Ha fatto un campionato fantastico, è un talento naturale. L’unico problema è che cade molto, spero che in futuro smetta di cadere così tanto. Sono un pò preoccupato, ma i record sono fatti per essere rotti. Spero di essere in Spagna quando questo avverrà. sarà una grande festa! E’ ancora molto giovane, ha una grande carriera davanti».

Al grande Agostini è stato poi chiesto chi potrebbe fermare Marquez: «Al momento è difficile dirlo. Valentino è un gran pilota, ma sta passando un brutto momento. L’anno prossimo in tanti sono convinti che Marquez avrà ancora problemi con la Yamaha e con Dovizioso e Lorenzo».