MotoGP Argentina, Vinales concede il bis con Rossi secondo

Test Motogp Jerez
@YAMAHA

Maverick Vinales domina in Argentina, dopo che Marc Marquez cade nelle prime battute di gara. Monumentale Rossi, secondo dopo un weekend disastroso

Erano in tanti ad aspettarsi il bis di Maverick Vinales in Argentina, ma la vittoria dello spagnolo è stata senza dubbio agevolata dalla caduta dell’avversario per eccellenza, ovvero Marc Marquez. L’autore della pole position era infatti staccato in modo perfetto dalla prima casella, e nelle prime battute di gara stava lasciando il vuoto fra sè e gli avversari in pista. L’errore di Marquez ha spianato la strada a Vinales, che ha imposto il suo ritmo e si è involato verso la seconda vittoria consecutiva.

Alle spalle della M1 di Vinales, c’è un Valentino Rossi semplicemente monumentale al suo Gran Premio n°350. Il pesarese ha di nuovo dimostrato di essere un vero racer, capace di ribaltare di domenica, qualsiasi pronostico fatto durante le sessioni di prova. Per Valentino esiste la gara, è quello il momento in cui il grande campione riesce a tirare fuori il massimo dalla moto e soprattutto da se stesso. Un secondo posto che vale oro in ottica mondiale, ottenuto dopo una bella lotta con Cal Crutchlow.

Il britannico del Team LCR di Lucio Cecchinello si prende la soddisfazione di salire sul podio, prima Honda al traguardo dopo che anche Dani Pedrosa era caduto tradito dall’anteriore della sua RCV 213. Nella ghiaia anche le due Ducati Factory, con Jorge Lorenzo caduto alla prima curva della gara, nel tentativo di raddrizzare un fine settimana che peggio non poteva andare. Lo spagnolo ha tentato il passaggio su Iannone, ed è finito nella ghiaia dopo un contatto, mentre il suo compagno Andrea Dovizioso, è terminato a terra al culime di una lotta con la Aprilia di Aleix Espargarò. Con le due Desmosedici ufficiali a terra, la prima Ducati la traguardo è stata quella di Alvaro Bautista, quarto dopo aver avuto la meglio dei deb terribili del Tech3. Finiscono infatti al quinto e sesto posto Zarco e Folger, che confermano quanto sia valido il progetto Yamaha, capace di mettere 4 moto nelle prime sei posizioni al traguardo.

Settimo Danilo Petrucci, che ha dato vita ad un bellissimo duello con Dani Pedrosa, salvo poi issare bandiera bianca per un consumo eccessivo delle gomme. Grande delusione per Andrea Iannone, che è stato penalizzato di un ride trough dopo aver anticipato la partenza del GP. Inizia a prendere forma la classifica del mondiale, con Maverick Vinales a 50 punti, davanti a Valentino Rossi, che ne ha 36. Dovizioso resta a quota 20 e scende al terzo posto davanti al regolare Scott Redding, che è quarto in classifica ed ha 17 punti. Marc Marquez è fermo a 13 punti, in ottava posizione mondiale, e deve già recuperare 37 punti a Vinales dopo due gare.

Classifica MotoGP Argentina 2017

1 25 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 172.6 41’45.060
2 20 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 172.4 +2.915
3 16 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 172.4 +3.754
4 13 19 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar Team Ducati 172.2 +6.523
5 11 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 171.6 +15.504
6 10 94 Jonas FOLGER GER Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 171.4 +18.241
7 9 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing Ducati 171.2 +20.046
8 8 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing Ducati 170.9 +25.480
9 7 43 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 170.9 +25.665
10 6 17 Karel ABRAHAM CZE Pull&Bear Aspar Team Ducati 170.8 +26.403
11 5 76 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 170.8 +26.952
12 4 53 Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Honda 169.8 +41.875
13 3 8 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing Ducati 169.7 +42.770
14 2 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 169.7 +43.085
15 1 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 169.7 +43.452
16 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 169.5 +46.219