MotoGP, Crutchlow: «Felice del risultato ma speravo nel podio in Qatar»

Crutchlow a Losail è stato autore di una signora gara, culminata da un ottimo quarto posto finale

Avevamo parlato di un possibile Crutchlow diverso rispetto a quello delle scorse stagioni. I suoi test invernali, avevano lasciato tutti a bocca aperta, visto che nonostante l’indifferenza generale, era risultato il pilota più costante di tutti. Inoltre, si era già presentato a Sepang con un’apprezzabile silhouette, grazie ad una dieta e parecchio allenamento invernale per tenersi in forma. Insomma, c’erano tutti i presupposti per ammirare un Cal Crutchlow veramente competitivo. In effetti, le aspettative non sono state tradite, visto il quarto posto ambizioso che è riuscito a guadagnarsi, tenendosi dietro gente del calibro di Petrucci, Vinales, Pedrosa e Zarco.

Intervistato, il britannico ha espresso il suo pensiero: «Sono felice del risultato. Anche se la massima ambizione in questa gara sarebbe stato il podio, mentre l’obiettivo del mio team era quello di chiudere a punti, cosa che non avevano fatto negli ultimi due anniI primi tre hanno corso una pregevole gara, è stato molto divertente. L’elastico si è spezzato quando sono rimasto dietro a Zarco, loro sono scappati e dopo averlo sopravanzato anche io, avevo lo stesso ritmo dei primi tre ma non sono riuscito a riguadagnare su di loro. Sarà un campionato lungo, e voglio ringraziare la mia squadra LCR Honda Castrol, che ha svolto un ottimo lavoro durante l’inverno. E uno sviluppo altrettanto ottimo lo ha fatto Honda, specialmente grazie al motore, consentendomi di essere più competitivo, soprattutto nel rettilineo».

Vedremo cosa riuscirà a dimostrare nel prossimo GP d’Argentina il pilota ex Tech3, visto che è una pista che apprezza e in cui in passato ha ottenuto sublimi risultati, come il terzo posto dello scorso anno: «Attendiamo con ansia l’Argentina, sperando di realizzare risultati ottimi come in passato».