MotoGP, la diretta live della conferenza stampa da Misano

dovizioso pedrosa
@Red Bull

Le prime dichiarazioni in diretta dei piloti durante la consueta conferenza stampa che apre il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini da Misano

Il Motomondiale torna a fare tappa nella penisola italiana per il 13° appuntamento del calendario MotoGP a Misano, per il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Il round segnerà l’ingresso del campionato nella sua parte finale, nonché la gara di casa per  i piloti e i team nostrani. Tra questi arrivano da protagonisti assoluti Andrea Dovizioso e Ducati, leader momentanei della classifica e su cui ricadranno le speranze di vittoria di tutti i tifosi italiani che affolleranno le tribune del “Marco Simoncelli World Circuit” in assenza di Valentino Rossi. Il forlivese e la sua Desmosedici dovranno difendere il primato dalle insidie spagnole rappresentate da Marc Marquez e Maverick Vinales, i quali occupano rispettivamente il secondo e il terzo posto in graduatoria e tenteranno di piazzare un colpo nella tana dell’avversario. Accanto a loro siederanno in sala conferenza l’italiano Andrea Iannone, chiamato ad una gara d’orgoglio per salvare una stagione fin qui disastrosa con Suzuki, Cal Crutchlow, del team italiano di Lucio Cecchinello e presente nonostante la notizia dell’infortunio che lo ha riguardato nei giorni scorsi che ne metteva in dubbio la partecipazione, e il numero 1 della classifica Moto2 Franco Morbidelli. All’ultimo momento è stato annunciato anche Tito Rabat, che parlerà della notizia di giornata del suo passaggio dal team Marc VDS Honda ad Avintia Ducati; era l’ultimo posto rimasto vacante della griglia MotoGP per il 2018.

I piloti in questa Conferenza Stampa pre GP, saranno chiamati a commentare l’attuale situazione in campionato e a fare i loro pronostici sul prossimo appuntamento. I piloti risponderanno anche alle domande dei fan MotoGP di Twitter, che di solito offrono teatrini piuttosto divertenti. Sarà possibile vedere la diretta live della conferenza stampa in esclusiva su Sky Sport MotoGP HD (canale 208).

Al via la conferenza stampa che apre il week end del Gran Premio di Misano Adriatico!

17:15 Andrea Dovizioso: «Essere a Misano come leader del campionato è qualcosa che non mi aspettavo, di bellissimo. Oggi arrivare qui in macchina da casa mia così è un emozione nuova. Ma il campionato è ancora aperto, anche se Valentino non è qui e non è bello. C’è un avversario in meno, ma sarà comunque dura da qui alla fine. Il nostro obiettivo è sicuramente salire sul podio, sappiamo che non è una buona pista per la nostra moto ma quest’anno anche su piste non adatte a noi siamo andati bene. Sono fiducioso dopo le ultime due gare».

17:16 Marc Marquez: «A Silverstone non si è chiusa nei migliori dei modi, ma siamo sulla strada giusta. Abbiamo fatto un test qui e mi sento bene. Quando andremo in pista cercherò di capire dove migliorare. Questo è stato sempre un buon circuito per me ed ho ricordi positivi. Speriamo di aggiungerne altri. Le previsioni meteo sono variabili, è instabile, ma cercheremo di adattarci. Con l’asciutto il nostro livello è buono, ma andremo in pista per dare il meglio»

17:17 Maverick Vinales: «A Silverstone è andata bene, abbiamo recuperato parecchio feeling e questa è una buona motivazione per il resto del campionato. Siamo certi di fare un buon weekend. Rossi? Peccato non sia qui, è casa sua, sarebbe stato interessante anche mettere a confronto le nostre moto. Noi cercheremo comunque di partire dal venerdì con il piede giusto».

17:19 Cal Crutchlow: «Avrei preferito farmi male lottando con un orso, invece mi sono tagliato in cucina mentre aiutavo mia moglie a tagliare il formaggio. Ho avuto dei mancamenti, usciva parecchio sangue anche la mattina dopo. Allora ho preso la bici sono andato in Ospedale, e i dottori italiani sono dei veri selvaggi perché senza nessun anestetico hanno iniziato a tirarmi il dito: avevo il tendine da ricucire e me lo hanno messo apposto. Sarà dura, ma cercherò di farcela. E’ un peccato per il Team LCR perché arriviamo qui bene. Non sono un bravo cuoco, e in cucina non darò più una mano. A molti piloti piace essere aiutati, io invece le altre faccende domestiche le faccio

17:20 Andrea Iannone: «E’ difficile per me parlare di queste brutte prestazioni. Fatico a trovare il feeling con la moto in ogni condizione ma l’obiettivo dev’essere non mollare mai e continuare a credere in questa situazione. Misano per me è speciale e spero che sia il week end migliore alla fine di domenica. Sarà importante partire subito con il piede giusto e poi vedremo nel corso del week end il potenziale»

17:22 Tito Rabat: «Stiamo facendo delle belle gare quest’anno, siamo migliorati e sono riuscito a prendermi una bella soddisfazione a Silverstone conquistando parecchi punti. Ringrazio Estrella Galicia per tutto e per il titolo vinto in Moto2 ma era ora di cambiare e ora sono contento di andare in Avintia Ducati e la ringrazio per darmi la possibilità di dimostrare di essere un pilota competitivo anche in MotoGP. Tutti i piloti lavorano tanto nella vita per arrivare in MotoGP, io ho lavorato tanto per restarci; non ho fatto bene fino adesso ma la mia priorità è sempre restare qui, non tornare in Moto2».

17:25 Franco Morbidelli: «Misano speciale, dobbiamo continuare a spingere per il campionato e qui farlo ancora di più. Vorrei salire sul podio in una gara di casa, che non mi è mai ancora successo. Sapere già in futuro dove si sarà è sicuramente più tranquillizzante».

17:27 Domanda dai giornalisti: «Valentino è fuori dal campionato?». Dovizioso: «Dipende da quello che facciamo noi, ma perdere qualche gara e tanti punti la rende difficile». Marquez: «La penso come Dovi perché dovrebbe recuperare punti su tanti piloti, rischia di perderli anche su Dani. Ma la cosa importante per lui è tornare competitivo per il futuro». Vinales: «Sì è difficile ma è più importante che torni competitivo come prima per il futuro».

17:30 Dovizioso su infortuni in allenamento: «Come dico sempre penso che noi dobbiamo allenarci con moto e sport diversi perché con la MotoGP non si può testare molto. Si possono correre diversi rischi ma io credo molto in questo allenamento per restare sempre al top. Bisogna allenarsi senza correre troppi rischi, ma se vuoi allenare la concentrazione devi spingere al 100%, è l’unico modo per essere pronti». 

17:32 Marquez su infortuni in allenamento: «Gli allenamenti in moto sono pericolosi ma fanno parte del nostro lavoro, non possiamo rilassarci e basta. Poi può capitare di farsi male in cucina come è successo a Cal (ndr, risata generale)».

17:33 Vinales su infortuni in allenamento: «Anche in bici, non solo in moto, allenandosi ci sono rischi ma vanno corsi per essere sempre in grado di lottare. Quindi sono d’accordo con Dovi e Marc.»

17:35 Crutchlow su infortuni in allenamento: «Io non vado in moto, ma è una mia scelta personale. Capisco loro, perché tutti gli atleti si allenano facendo il loro sport anche nel tempo libero. Ma non è una questione di rischi»

17:36 Iannone su infortuni in allenamento: «Anche io corro sempre qualche rischio, perché non si può evitare del tutto. Quando non spingi al massimo ti deconcentri».

17:36 Rabat su infortuni in allenamento: «Per me sono cose che possono capitare. Io ritengo meglio andare in moto che in palestra per allenarmi».

17:36 Dovizioso: «Sono d’accordo con Lorenzo, non mi deve ancora aiutare perché manca tanto alla fine ed è giusto che faccia la sua gara per vincere. In questo campionato è importante non fare degli zeri e cercare di cogliere le occasioni per vincere come ho fatto io a Silverstone. Per ora non penso che subentrino strategie perché ci sono tanti piloti che possono sempre vincere.»

17:37 Marquez: «Sono d’accordo. Io a Silverstone avevo costruito un vantaggio e mi sentivo tranquillo ma poi è successo un imprevisto. L’approccio resta lo stesso anche senza Rossi»

17:37 Vinales: «C’è in generale un buon livello, molto alto. Quindi tanti piloti che possono vincere.»

17:39 Iannone: «Sono contento per Dovi che è in testa, se lo merita per il lavoro che ha fatto. Soprattutto sono contento per Ducati perché so quanto hanno lavorato duro negli anni per arrivare dove sono adesso»

17:40 Rabat: «La Ducati sarà sicuramente diversa dalla Honda, stili completamente diversi. Il pilota si deve trovare sulla Ducati, perché è molto più grossa della Honda però finchè non la provo non posso sapere. Dopo 2 anni in cui ho dato il mio meglio e i risultati non sono arrivati era palese che ci fosse bisogno di un cambiamento. Vado all’Avintia, un team che conosco da tempo e con cui ho corso tante gare e credo che sia la scelta migliore e un team competitivo per me.»

17:41 Domanda social divertente a Dovizioso: «Chi sceglieresti come tuo manager e come ombrellina tra i piloti?». Dovizioso: «Marquez come manager perché è un ragazzo intelligente, aggiungo anche Vinales come capo-meccanico, e Cal come ombrellina (ride, ndr)»

17:42 Domanda social a Vinales: «Dove ti vedi tra dieci anni?». Vinales: «In moto e spero vincendo!»

17:43 Domanda social a Crutchlow: «Quali erano i tuoi idoli da ragazzino? ». Crutchlow: «Innanzitutto devo dire “Dovi, hai fatto un’ottima scelta”. Quando guardavo le moto da ragazzino guardavo a Doohan e Fogarty anche se ancora non pensavo a fare il motociclista»

17:44 Domanda social a Iannone: «Se non fossi un pilota, che mestiere faresti?». Iannone: «Penso il meccanico, perché mi è sempre piaciuto questo ambiente.»

17:45 Domanda social a Morbidelli: «Sembri molto bravo in tante cose, in quale ti piacerebbe andare meglio?». Morbidelli: «La matematica, perché facevo schifo! (ride, ndr)»

17:47 Domanda social a Marquez: «La cosa più stupida che hai fatto?». Marquez: «Penso al periodo in cui credevo che alcuni riti mi portassero fortuna e altri sfortuna, tipo parlare con alcune persone prima della gara e con altre no. Ma poi mi sono reso conto che non fanno per me i riti. La fortuna dipende dalla strada che segui tu»

17:49 Si è conclusa la conferenza stampa di Misano, adesso foto di gruppo per i piloti protagonisti e poi parola alla pista da domani