MotoGP, Marc Marquez: «Non si smette mai di imparare»

Marc Marquez
Marc Marquez festeggia il suo sesto titolo mondiale (© Repsol Media Service)

Nonostante il palmares invidiabile, Marc Marquez non si accontenta: «Ogni stagione ti insegna sempre qualcosa di nuovo: mi sto allenando per essere più forte rispetto al 2017»

Un Campione non si accontenta mai: hai sempre “fame” di successi e non si addormenta mai sugli allori. Una tesi di pensiero che si sposa alla perfezione con il profilo di Marc Marquez, a soli 24 anni già 6 volte Campione del Mondo, pronto a riscrivere i record di sempre del Motomondiale. Reduce dal trionfo iridato del 2017, il Fenomeno di Cervera non sembra aver preso alla leggera la preparazione fisica e mentale in vista della stagione MotoGP 2018

«Da ogni stagione si impara sempre qualcosa di nuovo», ha ammesso il portacolori Repsol Honda a Teledeporte, ospite della trasmissione dedicata alla Dakar. «Dal 2017 ho imparato che la stagione è molto lunga e tutto può cambiare di gara in gara, mese dopo mese».

Vinto sulla distanza il duello con Andrea Dovizioso, MM93 ha già in mente la strategia da adottare per ripetersi quest’anno. «Mi sto allenando per essere più forte rispetto al 2017. Per vincere è indispensabile tenere sempre alta l’asticella delle motivazioni: per questo mi alleno senza soste con mio fratello, Josep Garcia (Campione del Mondo Enduro E2 in carica, ndr) e Jose Luis Martinez (campione spagnolo Motocross, ndr), senza mai risparmiarmi.

Confrontarmi anche in allenamento con piloti di questo livello è d’aiuto per tenere sempre alto il livello di concentrazione. Inoltre il Motocross mi serve per la prontezza dei riflessi, l’ho verificato anche in sella ad una MotoGP…», riferendosi ai suoi proverbiali “salvataggi” in sella, non ultima quella in gara a Valencia lo scorso mese di novembre.