MotoGP, a Misano Aprilia copia la doppia carena alla Ducati?

@APRILIA RACING

Il manager di Aprilia Romano Albesiano annuncia una novità aerodinamica per il GP di casa, con tanto di frecciata alla Ducati: «Sarà in linea con l’interpretazione delle regole»

Misano avrà come grande protagonista la Ducati e il suo pilota leader del Mondiale, ma non sarà il GP di casa per i soli uomini di Borgo Panigale. Da ormai tre anni in MotoGP esiste infatti un derby tra ben due costruttori italiani: alla Rossa bolognese si è infatti affiancata sullo schieramento della classe regina anche l’Aprilia, con un progetto che ha progressivamente acquisito importanza e qualità. La casa di Noale sta dunque investendo molto tempo ed energie per migliorare costantemente la RS-GP, sviluppando e aggiornando tutte le componenti su cui da regolamento si può metter mano. Il tema caldo è sempre l’aerodinamica, e su questo punto il manager del team Romano Albesiano ha affermato: «Probabilmente avremo un aggiornamento aerodinamico, fondamentalmente in linea con l’interpretazione delle regole che sembra essere consolidata a questo punto». La frase ha tutto il sapore di una amara presa di coscienza, in virtù della posizione che Albesiano aveva assunto sul dibattito che si era creato in merito alle soluzioni in sostituzione delle ‘alette’, e in particolare una frecciata e una risposta a Ducati (la cui “doppia carena” omologata da Brno aveva acceso una polemica tra le squadre).

APRILIA A MISANO CON L’OBIETTIVO DI STUPIRE – Il 2017 ha già portato al team veneto (che fa appoggio alla squadra corse, anch’essa tutta italiana, di Fausto Gresini) diversi passi in avanti sostanziosi e soddisfacenti, come non c’erano mai stati per il marchio nella sua storia nella cilindrata massima, e sul “Misano World Circuit Marco Simoncelli” c’è l’obiettivo di stupire. Un grande aiuto a consolidare le speranze con cui Aprilia arriva in riviera, arriva dai test effettuati insieme agli altri top-team di MotoGP sullo stesso tracciato appena tre settimane fa. «Ci stiamo dirigendo verso Misano con piuttosto ottimismo, soprattutto alla luce delle prove effettuate qui, sicuramente positive» dice Albesiano, che prosegue: «Dal punto di vista tecnico, ci concentreremo in primo luogo su prove con il serbatoio del carburante pieno, dato che i primi giri della gara sono quelli in cui stiamo soffrendo di più».

30 ANNI DALLA PRIMA VITTORIA MONDIALE DI APRILIA IN 250 A MISANO – Anche per Aprilia Misano 2017 sarà un evento speciale: ricorrono infatti i 30 anni dalla prima storica vittoria del marchio nel Motomondiale, ad opera di Loris Reggiani in 250cc. Oggi a raccogliere il testimone ci sono Aleix Espargarò e Sam Lowes, che non sono italiani ma sanno bene quanto sia onorevole ed onerosa l’eredità del passato. Espargarò: «Mi sono riposato dopo Silverstone per recuperare dal mio infortunio. Le prove fatte qui sono andate bene. Ci hanno fatto fare un altro passo avanti e stiamo arrivando a Misano con tutte le carte in regola per fare una buona gara. Questa è un’occasione speciale per Aprilia e darò tutto me stesso». Lowes, all’ultima gara in Italia con Aprilia: «Abbiamo testato qui a Misano di recente e ho avuto una buona sensazione. Questa è la gara di casa di Aprilia, quindi spero di fare bene questo fine settimana. Adesso mi sento a mio agio sulla moto grazie al lavoro che la squadra sta facendo».