MotoGP Motegi, la nuova aerodinamica fa volare la Suzuki

Rins-motegi-MotoGP-FP1
@Suzuki

A Motegi i due piloti della Suzuki sono riusciti a piazzarsi nelle prime dieci posizioni, mostrando un passo avanti rispetto alle scorse settimane

Ottimo inizio di weekend per la Suzuki che a Motegi ha visto entrambi i suoi piloti entrare in top ten nella classifica dei tempi combinati, Andrea Iannone e Alex Rins hanno mostrato che la moto ha fatto un netto passo avanti rispetto alle gare precedenti, soprattutto perché oggi in Giappone le condizioni atmosferiche erano decisamente difficili da gestire. Rins è sceso in pista durante le FP1 MotoGP con la nuova carena, simile a quella di Ducati e Aprilia che lo ha aiutato ad essere più competitivo e veloce. La stessa novità, nel pomeriggio, è stata fatta provare a Iannone e anche lui ha riscontrato molti aspetti positivi, chiudendo col settimo tempo, a sette decimi dal leader Andrea Dovizioso. Oltre alla carena la Suzuki in Giappone ha portato anche altre modifiche, che i piloti avranno modo di studiare durante tutto il weekend, al fine di riuscire ad essere più incisivi in gara.

«È stato un giorno positivo per il Team SUZUKI ECSTAR a Motegi, con Andrea Iannone e Alex Rins nei primi dieci dopo le due sessioni libere. Entrambi i piloti sono stati in grado di continuare a migliorare durante le sessioni di prove della mattina e del pomeriggio, superando le difficoltà causate dalla pioggia. Poiché le previsioni del empo annunciano pioggia per tutto il fine settimana, il lavoro svolto oggi con la nuova carena può essere considerato un successo. La squadra spera di migliorare ancora, mostrando continuità in queste condizioni che consentiranno loro di apportare ulteriori miglioramenti e di raccogliere informazioni più importanti per la gara» si legge nel comunicato stampa della Suzuki. Domani Iannone e Rins continueranno ad usare la nuova carena della GSX-RR per difendere il loro ingresso diretto in Q2 e, soprattutto, per riuscire a qualificarsi al meglio in vista della gara.