MotoGP, Danilo Petrucci sulla caduta a Silverstone: «Ho avuto paura»

danilo petrucci
@Pramac Racing

Danilo Petrucci ha commentato la complicata gara di Silverstone, terminata con una caduta causata da Andrea Iannone, che ha commesso un errore in frenata

Il pilota del team Pramac Danilo Petrucci a Silverstone ha avuto un weekend molto complicato, i turni di prove libere sono stati difficili e i tempi hanno faticato ad arrivare, durante la Q1 in più la caduta ha rallentato il suo assalto alle prime posizioni. In gara il pilota è scattato dalla 18ª posizione per poi recuperare durante la corsa sul lungo tracciato inglese ma a tre giri dal termine del Gran Premio Andrea Iannone è caduto causando la scivolata anche di Petrucci che non ha portato a casa nessun punto, concludendo in malo modo un weekend iniziato male a finito peggio. Un episodio controverso, che i due piloti raccontano in modo diverso. Secondo la versione del pilota Suzuki, la caduta è stata anche in parte “causata” dal rientro repentino in traiettoria di Petrucci, che gli avrebbe di fatto chiuso la porta in faccia costringendolo ad una pinzata a moto piegatissima con conseguente chiusura di sterzo.

«E’ un vero peccato. Ho fatto una buona gara dopo una partenza difficile. Sono riuscito a recuperare posizioni e stavo lottando per la Top 10. Purtroppo nel finale Iannone mi ha mandato giù. E’ stata una caduta che mi ha fatto paura. Ma devo pensare a Misano e non vedo l’ora di essere nel mio GP di casa». Queste parole, riportate nel comunicato ufficiale del team, fanno capire il rammarico del pilota ternano che attualmente si trova al decimo posto in classifica con 75 punti: la caduta di Silverstone non mortifica le speranze di Petrucci di competere con i primi e già da Misano lui e il team Pramac avranno la possibilità di ribaltare la situazione e tornare sul podio davanti al numeroso pubblico italiano, esattamente come fatto nell’incredibile gara del Mugello.