MotoGP Phillip Island, gioie e dolori in casa Ducati Pramac

Pramac-MotoGP-Australia
@Ducati Pramac

A Phillip Island Scott Redding ha concluso la gara in 11ª posizione mentre Danilo Petrucci in 21ª, ecco le parole dei piloti del team Pramac

Il weekend a Phillip Island per il team Ducati Pramac non è stato semplice, in qualifiche i due piloti MotoGP Scott Redding e Danilo Petrucci hanno faticato molto, senza mai riuscire a portare a casa un tempo interessante ma, in gara, l’inglese è stato protagonista di una bella rimonta che gli ha permesso di chiudere in undicesima posizione.«Sono davvero molto felice per questa gara. Sono tornato a divertirmi guidando la mia moto. La partenza non è stata buona ma fin dai primi giri ho trovato un grande feeling. E’ una bella soddisfazione dopo un periodo molto complicato per me. Adesso voglio chiudere al meglio la stagione facendo due buone gare in Malesia e a Valencia» queste le parole di Redding. Alcuni hanno puntato il dito contro il pilota, colpevole di aver messo le ruote davanti ad Andrea Dovizioso durante la volata finale ma osservando bene la gara si può notare che l’italIano ha commesso un errore prima del rettilineo, quindi criminalizzare Redding per la brutta prestazione della ductai ufficiale non è certo necessario.

Petrucci invece dovrà dimenticarsi in fretta della gara australiana che lo ha visto faticare durante tutti i 27 giri, durante i quali non è mia stato competitivo, e l’arrivo in 21ª posizione non può non lasciare l’amaro in bocca al pilota che in Malesia invece era salito sul terzo gradino del podio: «E’ la mia peggior gara della stagione. Non sappiamo perché non siamo riusciti ad essere competitivi. Sinceramente al momento non riesco a spiegarmelo. Fortunatamente Sepang è solo tra una settimana. E’ una pista che mi piace molto e spero di poter fare bene per dimenticare al più presto questo week end» ha dichiarato un amareggiato Petrucci a fine gara. Adesso i due piloti del team Pramac dovranno concentrasi sul Gran Premio di Sepang per riuscire s chiudere al meglio questa altalenante stagione MotoGP.