MotoGP, si corre a Motegi e tornano Aoyama e Nakasuga

MOTOGP

L’infortunio di Jack Miller ha aperto le porte alla wild card di Aoyama in sella alla Honda del Marc VDS. In Yamaha spazio per Nakasuga, plurivincitore della 8 Ore di Suzuka

Honda e Yamaha hanno sempre cercato di dare spazio ai piloti giapponesi nella gara di Casa, e questo fine settimana sarà il turno di Hiroshi Aoyama e Katsuyuki Nakasuga. I due piloti hanno già corso in varie occasioni, sia in sostituzione dei piloti ufficiali che in veste di wild card pura. In questa circostanza, Aoyama, che è anche l’ultimo campione del mondo della 250 GP, è stato richiamato in sella per sostituire l’infortunato Jack Miller, alle prese con una frattura di tibia forse più grave di quella occorsa a Valentino Rossi e che richiederà un tempo di recupero probabilmente più lungo per l’australiano. Il Team Marc VDS ha dunque chiamato in servizio l’uomo di fiducia della HRC, ma non c’è alcuna info sull’eventuale partecipazione di Aoyama anche ai due round successivi di Phillip Island e Sepang, che si svolgono in stretta successione. Il giapponese della Honda non ha mai corso con la squadra diretta da Michael Bartholemy, ma ha in ogni caos un piccolo vantaggio come conferma lo stesso manager: «Non sarà una cosa del tutto nuova per lui, perchè ha già lavorato con gran parte dello staff tecnico di Jack, quindi partiamo da una buona base. Sono certo che farà un buon lavoro questo weekend e spero che si diverta nel cogliere questa opportunità di correre davanti al pubblico di casa».

Ovviamente anche il pilota è più che entusiasta dell’opportunità. Queste le sue parole: «Per prima cosa auguro a Jack un recupero veloce e spero davvero che sia in grado di correre nel suo GP di casa a Phillip Island. Non è mai bello sostituire un pilota infortunato, ma sero di fare un buon lavoro per Jack e la squadra a Motegi. Voglio ringraziare Michael Bartholemy e la squadra per avermi dato l’opportunità di correre di nuovo davanti ai tifosi giapponesi».

Passando in Yamaha, la wild card di Katsuyuki Nakasuga arriva nella stagione del suo terzo trionfo consecutivo a Suzuka, nella Endurance che sta più a cuore a qualsiasi Costruttore giapponese. Il tester e pilota SBK giapponese ha già corso in varie circostanze con la M1 ricoprendo il ruolo di Wild Card e resta impressa nella memoria dei tifosi il grandissimo secondo posto colto a Valencia nell’ultimo round della stagione 2012, quando corse in sostituzione dell’infortunato Ben Spies.