MotoGP Silverstone, Marquez batte Rossi nella caccia alla pole

MOTOGP
@HONDA

Marc Marquez abbatte il muro dei due minuti a Silverstone e si prende una pole position stratosferica. Ottimo Rossi, secondo davanti a Crutchlow

Al termine della sessione di qualifica per formare la griglia di partenza del Gran Premio di Silverstone, Marc Marquez è stato l’unico pilota in pista ad abbattere il muro dei due minuti, conquistando una pole di forza davanti a tutti. Lo spagnolo è in un momento di forma incredibile, sembra costantemente al limite e spesso oltre, come testimoniano le due cadute della FP2 e la “quasi” scivolata della Q2. Eppure il campione del mondo e leader del campionato 2017, sembra sempre avere la situazione sotto controllo. Marquez si è anche reso protagonista di un salvataggio incredibile dopo aver perso l’anteriore su una delle tantissime buche che contraddistinguono l’asfalto britannico a Silverstone.

La seconda fila dello schieramento di partenza a Silverstone è completata da un ottimo Valentino Rossi, che sembrava addirittura poter battere Marquez salvo poi mortificare tutto il vantaggio in un quarto settore della pista non ottimale. Rossi è secondo a meno di un decimo da Marquez, dimostrando che quando la Yamaha M1 lavora bene su un tracciato, può ancora essere un temibilissimo avversario anche in qualifica. A dividere la prima fila con Rossi c’è Cal Crutchlow, a dimostrazione dei passi avanti segnati dalla Honda che riesce a piazzare due moto in prima fila. La RCV è oggettivamente cresciuta da inizio anno, e sta diventando gara dopo gara il vero punto di riferimento per tutti.

La prima Ducati è in seconda fila ed è a sorpresa quella di un Jorge Lorenzo sempre più padrone della GP17. Il pilota è soli 5 centesimi da Vinales, quarto e a meno di mezzo secondo dal riferimento della pole. Sono ottime notizie per Ducati, che continua ad incassare soddisfazioni, dimostrando un sempre crescente livello di competitività della moto di Borgo Panigale. Al fianco di Lorenzo, partirà il suo compagno Andrea Dovizioso, reduce dal trionfo del Red Bull Ring.

Apre la terza fila un Dani Pedrosa capace di passare la tagliola della Q1 restando attaccato al gruppetto dei primi. In terza fila anche Zarco ed un Aleix Espargarò forse addirittura deludente in sella all’Aprilia RS-GP. La moto di Noale sembra infatti sempre sul punto di offrire la prestazione di rilievo, salvo poi perdere l’attimo per proiettare la creatura di Romano Albesiano nelle primissime posizioni. Dopo le ottime sessioni di libere, una top five sembrava alla portata.

Chiude la top ten Jonas Folger, mentre è undicesimo un POl Espargarò protagonista di una caduta mentre seguiva Marquez. La KTM sta facendo dei grandissimi passi avanti ed è impressionante notare che al contrario la Suzuki, che qui vinse nel 2016 con Vinales, è in piena regressione di risultati. Alex Rins ha mancato l’accesso in Q2 per un soffio, accontentandosi della dodicesima piazza, mentre Andrea Iannone è solo quindicesimo in griglia ad oltre un secondo e mezzo dai riferimenti della pole.

Griglia di partenza del Gran Premio MotoGP a Silverstone:

1 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 320.4 1’59.941
2 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 324.6 2’00.025 0.084
3 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 320.0 2’00.106 0.165
4 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 325.7 2’00.341 0.400
5 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 319.6 2’00.399 0.458
6 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 327.8 2’00.572 0.631
7 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 322.4 2’00.578 0.637
8 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 322.4 2’00.622 0.681
9 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 322.9 2’00.764 0.823
10 Jonas FOLGER GER Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 320.6 2’00.829 0.888
11 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 322.8 2’01.378 1.437
12 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing Ducati 323.4 2’01.994 2.053
13 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 320.8 2’01.285 0.455
14 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar Team Ducati 328.8 2’01.340 0.510
15 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 323.5 2’01.567 0.737
16 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing Ducati 328.3 2’01.669 0.839
17 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 324.0 2’01.672 0.842
18 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing Ducati 324.8 2’01.770 0.940
19 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 317.8 2’02.017 1.187
20 Karel ABRAHAM CZE Pull&Bear Aspar Team Ducati 324.6 2’02.037 1.207
21 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 320.0 2’02.185 1.355
22 Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Honda 323.6 2’02.211 1.381
23 Sam LOWES GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 317.7 2’02.787 1.957