Moto2 2018, KTM aumenta l’impegno: 5 moto in pista

KTM MOTO2
@CGBM EVOLUTION

Il team CGBM Evolution ha ufficializzato una nuova partnership nella classe di mezzo con la KTM per le prossime due stagioni

La KTM continua ad incrementare la sua presenza nel motomondiale puntando in particolare sulla categoria di mezzo, la Moto2, nella quale già quest’anno sta ottenendo risultati importanti, in particolare con Miguel Oliveira. Nelle stagioni 2018-2019, oltre alle due moto già presenti quest’anno e appartenenti al team Red Bull KTM Ajo, entreranno in griglia infatti ben altre tre moto, tutte di proprietà del team CGBM Evolution. Si verrà a creare quindi un’imponente pattuglia di 5 piloti pronti a far crescere il progetto della casa con sede a Mattighofen e tenerne alto il nome sulle piste del motomondiale.

Jens Hainbach, vice presidente di KTM Motorsport, ha parlato dell’accordo dicendosi molto soddisfatto: «Siamo molto felici della partnership in Moto2 con il CGBM Evolution che porta la KTM ad avere un altro forte team nella categoria, permettendoci così di accelerare la nostra crescita come già abbiamo fatto in Moto3. Noi abbiamo già avuto una collaborazione con CGBM per alcuni anni fornendogli le sospensioni e conosciamo già la loro etica del lavoro, che ci piace molto e si unisce bene con la nostra. Sam Lowes è un pilota che sa molto bene come vincere in Moto2, stiamo guardando molto avanti nel nostro futuro in questa classe».

Felice dell’intesa raggiunta anche Fred Corminboeuf, Team Manager di CGBM Evolution: «Sono lieto di annunciare che collaboreremo con Ktm per le stagioni 2018 e 2019. Equipaggeremo i nostri piloti con il loro materiale. Sono molto emozionato per questo ulteriore passo nella storia del nostro team. Ricordo quando abbiamo acquistato il sistema di sospensioni WP Suspension, che già da tempo era partner di Ktm, per la Moto2. Il passaggio a Ktm è un passo strategico importante per noi».