SBK, Melandri agguanta una doppia vittoria a Phillip Island

Marco Melandri ha aperto la stagione SBK portando per due volte la sua Ducati sul gradino più alto del podio sul tracciato di Phillip Island

Marco Melandri ha portato la Ducati sul gradino più alto del podio anche durante Gara2 a Phillip Island, firmando una doppietta che conferma, ancora una volta, il talento dell’italiano sulle due ruote. Il numero 33 ha chiuso in volata davanti ad un veloce Jonathan Rea che ha lottato fino alla fine per vincere questa gara di SBK mentre in terza piazza si è piazzato Xavi Forès con la Ducati del team Barni. La corsa sulla pista australiana di Phillip Island è stata un susseguirsi di sorpassi e colpi di scena iniziati già dal primo giro, dato che il gruppo di testa, composto da un nutrito numero di piloti, ha dato vita ad una bagarre in pieno stile SBK. Dopo tre giri Eugene Laverty è caduto dicendo addio alla speranza di portare a casa un buon risultato mentre gli altri centauri hanno continuato a regalare sorpassi agli appassionati sugli spalti.

La gara non ha cambiato faccia nemmeno dopo il rientro ai box obbligatorio per tutti i protagonisti: la Commissione Gara infatti ieri aveva comunicato che tra il nono ed il dodicesimo giro tutti i piloti sarebbero dovuti rientrare ai box per il cambio del pneumatico posteriore, indispensabile per poter concludere la gara in sicurezza. I primi a rientrare sono stati Forès, Davies e Rea mentre gli altri in lotta per il podio hanno atteso un giro prima di effettuare il cambio. Al 12° giro il gruppo dei primi otto si è ricomposto ed i sorpassi sono ripresi ma i colpi di scena non sono finiti, infatti la caduta di Chaz Davies ha smosso gli equilibri, permettendo a Forès, Rea e Melandri di prendere qualche metro di vantaggio sul gruppo.

Gli ultimi due giri sono stati incalzanti e adrenalinici con il terzetto in piena lotta per la vittoria di Gara2 e Rea è riuscito a prendere il comando grazie ad una guida aggressiva e pulita; Melandri ha tentato di passarlo sul traguardo del penultimo giro ma la staccata del Campione del Mondo SBK in carica non si è fatta attendere e l’italiano è dovuto rimanere in seconda posizione cercando di non perdere contatto dal leader della corsa. Alla fine il pilota Ducati è riuscito a sfruttare tutta la potenza della sua Ducati sul traguardo, vincendo per una manciata di millesimi e portando così a casa un splendida doppietta.

Xavi Forès: «È stata una gara fantastica anche se alla fine ho fatto un piccolo errore nel T4 e Jonathan e Marco hanno preso vantaggio ma è stato un risultato ottimo per noi ma ammetto che ad un certo punto credevo davvero di poter guidare la corsa fino al termine».

Jonathan Rea: «Non ho trovato il feeling perfetto in questo weekend anche se oggi è andata meglio ma sapevo di non essere forte sul rettilineo quindi ho cercato di giocare le mie carte nei punti dove riuscivo ad essere più incisivo, purtroppo non è andata bene. Adesso guardiamo già alla Thailandia dove la pista è diversa e speriamo di fare meglio».

Marco Melandri: «Nei primi giri eravamo in molti ad essere veloci e non è stato facile, anzi forse un po’ pericoloso; fare una strategia era complicato ma nella seconda metà di gara ho trovato il mio ritmo e sul finale ho cercato di essere pulito, frenare forte e dare il massimo affidandomi alla velocità della mia moto».