SBK Lausitzring, Ducati sulla pista amica per fermare le Kawasaki

SBK Lausitzring

Dopo oltre un mese di sosta torna nel fine settimana la Superbike con il round in Germania ricco di novità interessanti e la grande sfida tra Ducati e Kawasaki a tenere banco

Mancano poco e poi potremo vedere i bolidi della Superbike tornare in pista per la seconda fase della stagione dopo oltre un mese di sosta post round di Laguna Seca. Si riparte dal Lausitzring, pista amica della Ducati e che in passato ha regalato a King Carl Fogarty il suo quarto ed ultimo Mondiale in carriera. Pista del Lausitzring tirata a lucido per l’occasione ma le condizioni meteo per il weekend non sono per nulla buone con pioggia prevista durante le giornate di venerdì e sabato, con il sole che torna a fare capolino sul tracciato tedesco nella giornata di domenica per gara-2 della Superbike per il round numero 9 della stagione, con ancora 3-4 round da disputare (Qatar ancora in forse per questioni politiche).

Situazione Campionato del Mondo SBK 2017

Abbiamo lasciato gli USA con Jonathan Rea sempre più leader della classifica e veleggiante verso il suo terzo titolo consecutivo con buona pace del record di Fogarty che cadrà in frantumi (2 titoli consecutivi per Foggy nel 94-95 e 98-99). Sykes insegue il suo scomodo compagno di box a 282 punti, -59 da Rea con le Ducati di Davies e Melandri in terza e quarta posizione, protagonisti di fortune alterne nei round precedenti a questo del Lausitzring. In quinta posizione troviamo un ottimo Alex Lowes reduce dalla vittoria alla 8 ore di Suzuka dello scorso 30 luglio davanti al primo pilota privato, Xavi Fores con la Ducati del team Barni a quota 132 punti. Nel Costruttori Kawasaki è sempre al comando con 375 punti davanti a Ducati a quota 309 e Yamaha a 183 punti.

Mercato piloti SBK 2018

Una raffica di notizie tra cambi moto e rinnovi contrattuali si è susseguita nelle settimane precedenti a questo round tedesco del Mondiale. Riccardo Russo, dopo la rescissione con Guandalini, si è accasato da Pedercini dalla Germania fino a fine stagione. Lo stesso Pedercini ha di fatto appiedato Alex De Angelis nel momento migliore della stagione del pilota sanmarinese, proprio ora che stava trovando la miglior condizione fisica. Sulla Yamaha di Guandalini, dopo Smrz in America, ci sale Massimo Roccoli, pluricampione italiano Supersport. Alex Lowes, dopo la vittoria alla 8 ore di Suzuka, ha rinnovato con il team Pata Yamaha e farà ancora coppia con Van Der Mark nel 2018, così come Melandri farà coppia ancora con Davies in Ducati sempre nel 2018, ultimo anno della Panigale V2. Sulla Honda che era di Nicky Hayden, rivedremo una vecchia conoscenza del Mondiale Superbike: Davide Giugliano. Il pilota romano torna in SBK dopo la non fortunata avventura nel British Superbike.

Il futuro della Superbike passa anche e soprattutto dal round tedesco, spesso decisivo per la conquista di titoli mondiali (Fogarty nel 1999, Edwards nel 2000 ma ad Oschersleben), ma anche svolta della stagione. Ci sono quattro matti sempre davanti a tutti ovvero i soliti Rea, Sykes, Davies, Melandri. La speranza è che la vittoria della Yamaha in Giappone, possa essere lo stimolo per spingere ancora di più anche in SBK per la Casa di Iwata. Questa ed altre risposte le avremo a partire da venerdì con i primi turni di prove libere previsti alle 9.45 ed alle 14.30 per delineare già la griglia della Superpole.