SBK Misano, Alex Lowes preoccupato: «Non siamo molto veloci»

ALEX LOWES donington promessa
@YAMAHA

L’inglese del team Pata Yamaha non particolarmente soddisfatto del suo day-1 a Misano

Nonostante un nono posto nel combinato delle due sessioni di prove libere, Alex Lowes non è certo soddisfatto del suo day-1 contando anche le due cadute in FP1 che hanno compromesso la sua ricerca del set up ideale in vista di FP3, Superpole e gara-1 di sabato. Nel debrief con i media, svoltosi fuori dal box Yamaha, abbiamo posto un paio di domande al rider inglese ed ecco le sue risposte.

Alex, come è andata questa giornata?

«Oggi è stata difficile perchè non avevo lo stesso feeling con la moto rispetto ai test. Abbiamo fatto fatica a trovare un buon feeling con l’anteriore ma negli ultimi 20 minuti della sessione ho trovato un buon feeling con la moto, mi sono divertito e non vedo l’ora di correre domani ma per me siamo partiti troppo piano e devo trovare il feeling sull’anteriore»

Cosa è successo nelle FP1 con le due cadute?

«Ah sono stati miei errori, sempre per i problemi di feeling con l’anteriore e ho avuto queste piccole cadute. Sempre meglio in prova che in gara»

A Donington hai mantenuto una parte della promessa fatta a Giovanni Di Pillo…quanto ti manca per pensare di provare a vincere?

«Questo weekend non siamo in grado di lottare per la vittoria, siamo troppo lontani da quelli davanti per provare a giocarcela»

Il circuito ti piace?

«Si mi piace il circuito, mi piace il posto, il clima, quello che non mi piace è che sono lento (ride). A parte questo sono contento»

Quale punto del tracciato è più ostico per la tua moto?

«Non sono sicuro che sia per Yamaha o un problema mio, ma la prima parte del tracciato con il cambio di direzione e le curve lente 4-5 mi tolgono confidenza e di sicuro questa è la parte difficile ed è la parte dove cercherò di migliorare domani»

Che cosa ti aspetti dalla giornata di domani?

«In Superpole mi aspetto di andare il più veloce possibile e per le gare battagliare per la top 6 in entrambe. Sfortunatamente il podio è lontano ma spero di fare un buon lavoro»

Il prossimo passo è Laguna Seca!

«Sì, amo il posto, il clima, il circuito e spero di essere competitivo anche lì e non solo ma anche negli altri circuiti»