SBK Qatar, libere: Jonathan Rea vola, Sykes fuma

TEST SBK JEREZ REA
@KAWASAKI RACING

Il Cannibale, tre volte campione del mondo, firma il giovedì di libere a Losail

Inizia nel migliore dei modi il weekend dell’Acerbis Qatar Round per Jonathan Rea. E’ il Cannibale della SBK infatti a firmare questo strano weekend di gara prendendosi entrambi i turni di libere e mandando un chiaro messaggio a tutti che lui vuole vincere per stracciare il record di punti in campionato che resiste dal lontano 2002 ed appartiene a Colin Edwards. Se nel box di Rea si sorride, lo stesso non si può dire dalla parte di Sykes che ha visto il suo motore in fumo nelle FP2 costringendo il direttore di gara ad esporre la bandiera rossa a metà turno. Sykes ha comunque chiuso in terza posizione qualificandosi direttamente alla SP2. Il combinato delle libere Superbike ci dice che Jonathan Rea è stato il più veloce di tutti con il crono di 1’57″666 ottenuto però nelle FP1, mentre nelle FP2 ha staccato un 1’57″843 che gli è valso comunque la leadership del turno. Alle sue spalle un sorprendente Alex Lowes con la Yamaha che ha fatto segnare un promettente 1’57″925 ottenuto nel secondo turno di prove. Terza posizione per Tom Sykes con 1’57″965 fatto segnare anche questo nelle FP2.

Quarto è Chaz Davies con il crono di 1’58″136 a 470 millesimi da Jonathan Rea. Chaz precede Van Der Mark, reduce dalla trasferta a Sepang per la MotoGP, Xavi Fores con la Ducati del team Barni e Marco Melandri, settimo staccato di oltre 1″ da Rea. Seguono poi Torres, vincitore con Aprilia nel 2015, e le due Aprilia di Laverty e Savadori. Curiosamente solo 3 piloti hanno girato sotto il muro del 58 e sono Rea, Lowes e Sykes. Da Davies fino a Laverty sopra il 58 con Savadori in 59, 1’59″006 per la precisione, tempo ottenuto nelle FP1.

Qualificati direttamente alla SP2: Rea, Lowes, Sykes, Davies, Van Der Mark, Fores, Melandri, Torres, Laverty, Savadori. Devono accontentarsi della SP1 e giocarsi gli ultimi due spot per la SP2 Guintoli, Camier, De Rosa, Ramos, Andreozzi, Giugliano, Gagne, Guarnoni, che prende il posto di Russo nel team Pedercini, e Rolfo che sostituisce l’infortunato Badovini.