SBK: storia del GP di Francia

GP FRANCIA SBK

Il motociclismo in Francia ha un seguito enorme, e la SBK ha un posto di pregio nel cuore degli appassionati transalpini. Questa è la storia del GP Francia SBK

Tutto pronto per il rush finale del Mondiale Superbike e terzultimo round della stagione sin qui dominata dalla Kawasaki di Jonathan Rea. La WSBK riparte dal Gran Premio di Francia sul tracciato di Magny Cours, per la 15^ edizione del GP di Francia sul tracciato che ha ospitato anche la Formula 1.

Se Germania e Francia vanno di pari passo nel Motomondiale, lo stesso si può dire anche per quanto riguarda il Mondiale delle derivate di serie. Con il ritorno in calendario del GP di Germania grazie al tracciato del Lausitzring, ritorna anche l’accoppiata Germania-Francia del Mondiale Superbike. Come per la Germania, anche la Francia entra per la prima volta nel Mondiale Superbike proprio nello stesso anno di creazione del Mondiale, il 1988.

Quella prima volta datata 4 settembre 1988 si corse sull’ormai storico tracciato di Le Mans utilizzando lo stesso layout del tracciato attuale della MotoGP. Il GP di Francia del 1988 era il 6° di 9 round in calendario e vide un dominio quasi netto degli italiani con la pole di Marco Lucchinelli su Ducati e la vittoria di gara-1 di Davide Tardozzi con la sua Bimota. Gara-2 invece venne annullata per problemi legati alle forti piogge. Questa è anche la prima gara che viene annullata nella storia del Mondiale Superbike. Primi risultati di un certo peso per i piloti francesi impegnati nel Mondiale di quell’anno: Adrien Morillas vince gara-2 in Ungheria mentre Alex Vieira centra la pole ad Hockenheim.

Dopo una breve parentesi datata Le Castellet 1989, Le Mans ritorna in calendario nel 1990 per la seconda ed ultima edizione del GP Francia SBK sul mitico tracciato del Motomondiale. Nel 1990 il GP di Francia è il nono di 13 round previsti per quella stagione e si torna a correre di nuovo a Le Mans. Quell’anno la scena se la prende tutta un certo Raymond Roche che vince 9 gare e a fine campionato si laurea Campione del Mondo. Il Gran Premio di Francia 1990 vede questi risultati: pole di Baldassarre Monti e doppietta perentoria di Roche nelle 2 gare.

@WORLDSBK.COM
@WORLDSBK.COM

E’ indubbio che in questi anni il pilota di punta per la Francia è Raymond Roche ma anche il buon Alex Vieira si difende ancora molto bene e nel Mondiale fa il suo ingresso il costruttore di pneumatici Michelin che sarà un punto fermo del Mondiale.

Nel 1989 il Mondiale si sposta per la prima ed unica volta nella storia sul tracciato del Paul Ricard a Le Castellet. In quella occasione il GP Francia SBK è il sesto di 11 round previsti in calendario ed i risultati sono i seguenti: pole di Roche, gara-1 a Mertens e gara-2 a Falappa. Roche nel suo primo anno in Superbike ottiene 5 vittorie e 4 pole chiudendo il campionato al terzo posto dietro Fred Merkel e Mertens.

Nel 1991 il GP Francia SBK cambia di nuovo sede e si trasferisce sul tracciato di Magny Cours, già sede del Gran Premio di Francia di Formula 1. In quella stagione il Gran Premio di Francia è l’11 di 13 round previsti in calendario, poi 12 effettivi perché in quella stagione nessun pilota ufficiale corse la prova canadese per protesta verso il tracciato di Mosport ritenuto troppo pericoloso. Il Gran Premio di Francia 1991 vede questi risultati: pole di Phillis e doppietta perentoria di Doug Polen che a fine stagione si laurea Campione del Mondo.

1991-polen-ducati

Il Gran Premio di Francia poi esce dal calendario del Mondiale per ritornare solamente nel 2003 e sempre sul tracciato di Magny Cours. In quell’anno il GP di Francia era la passerella finale della stagione, 12° di 12 round previsti e vede questi risultati: pole di Toseland, vittoria di gara-1 al neo campione Neil Hodgson e gara-2 a Ruben Xaus. Dal 2003 fino al 2007 Magny Cours è sempre stato l’atto conclusivo della stagione che ha incoronato campioni piloti del calibro di James Toseland (nel 2004 contro il compagno di box e pilota di casa Regis Laconi, nel 2007 contro Haga) e Biaggi (nel 2012 per mezzo punto su Sykes), nel biennio 2008-2009 è la penultima prova del campionato, nel 2010-11-12 ritorna ad essere l’ultima mentre dal 2013 è di nuovo la penultima o addirittura la terzultima visto l’aggiungersi di altre piste.

@DUCATI PRESS
@DUCATI PRESS

Come abbiamo potuto notare, i tracciati sui quali si è disputato il GP Francia SBK sono tre e rigorosamente in ordine di apparizione: Le Mans, Paul Ricard, Magny Cours, tutti con il loro bel carico di storia e di gare spettacolari sperando che l’edizione di questo weekend possa regalarci delle gare combattute ed indecise fino all’ultima staccata dell’ultimo giro.

Anche per quanto riguarda i riders, la Francia non può certo lamentarsi: Raymond Roche, Fabien Foret, Stephane Chambon, Sebastien Charpentier, Vincent Philippe, Regis Laconi, Matthieu Lagrive, Sylvain Guintoli, Sylvain Barrier, Jules Cluzel, Loris Baz, Jeremy Guarnoni, Lucas Mahias…insomma chi più e chi meno, sono stati tutti un punto di riferimento per quanto riguarda la tradizione francese nel Mondiale Superbike.