Sepang 2006, ricordi malesiani di una Pole senza qualifiche

Sepang 2006

9 settembre, Sepang 2006: un violento nubifragio ha allagato la pista e le qualifiche della MotoGP sono state decise dalla somma dei tempi nelle libere: Vale primo su Hayden e Capirossi

La pioggia rovina i piani del Motomondiale creando scompiglio in tutte e tre le classi che non riescono ad uscire dai box dopo le libere del mattino. A Sepang un temporale equatoriale investe 125, 250 e MotoGP che non provano nemmeno a scendere in pista a causa della visibilità pari a zero e dell’asfalto troppo insidioso.

A decretare la pole in MotoGP sono state invece i tempi combinati delle tre sessioni di libere. Dopo un primo rinvio di un’ora, piloti e direzione di gara hanno tentato una seconda volta di girare dopo altri 40 minuti quando la pioggia ha cessato di cadere, ma, nonostante il lavoro per pulire la pista ancora bagnata solo in curva, le condizioni sono state giudicate da tutte le parti troppo pericolose e le qualifiche sono state definitivamente annullate.

A sorridere è Valentino Rossi che si era riscattato dopo un venerdì piuttosto deludente. In mattinata il pesarese su Yamaha ha fermato i cronometri sul tempo-record di 2’00″605 grazie alla gomma morbida montata proprio in vista delle qualifiche, rifilando 438 millesimi a Nicky Hayden e 562 a Loris Capirossi che si lanceranno così insieme a lui dalla prima fila. Dani Pedrosa, frenato dalla profonda ferita al ginocchio sinistro, non è riuscito a migliorarsi e, ultimo nella terza sessione, ha limitato i danni grazie al tempo fatto segnare ieri: lo spagnolo, quinto in griglia, sarà affiancato da Kenny Roberts jr e Sete Gibernau. Solo una terza fila infine per Marco Melandri che, con un ritardo di quasi due secondi su Rossi, ha dimostrato di non aver ancora trovato il passo sulla pista malese.

Qui tutte le foto del sabato: Duca✠Chef on twitter

Valentino Rossi (Yamaha), miglior tempo. “Questa volta siamo stati un po’ fortunati… Una situazione strana, è la prima volta che non facciamo le qualifiche ma penso sia stata la decisione giusta, piove molto forte e alla fine avremmo corso in condizioni pericolose, la pista in certi punti era asciutta ma c’erano molti rivoli che la attraversavano e quindi per le moto era insidioso. Questa mattina abbiamo provato prima delle qualifiche e ho fatto un gran tempo che alla fine mi è valso la pole position”.

Loris Capirossi (Ducati), 3° tempo. “Sono stato costantemente molto veloce con gomme da gara e stamattina ho inanellato 12 giri consecutivi al di sotto del record della pista dello scorso anno. Sono contento e penso di avere un buon pacchetto per correre con l’asciutto. Se dovesse piovere, e mi auguro molto meno di oggi, sarà uguale per tutti: quest’anno non ho mai avuto problemi sul bagnato, non vedo perchè dovrei cominciare ad averne domenica”.

1 COMMENTO