Valentino Rossi: “Il finale 2015 mi ha condizionato molto”

@YAMAHA RACING

La MotoGP è tornata in pista questa settimana sul circuito di Silverstone in Inghilterra. Nella conferenza stampa piloti erano presenti Cal Crutchlow, Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Valentino Rossi, Héctor Barberá e Eugene Laverty

Le domande poste ai piloti presenti in conferenza hanno toccato vari punti, concentrandosi soprattutto sulla gara di questo weekend e sul futuro visto che siamo già alla 12ª tappa del Mondiale ed alcuni dei protagonisti avevano importanti novità di cui parlare. Vediamo cosa hanno detto i piloti prima di iniziare a girare in pista.

Marc Marquez :Spero ci sarà il sole, qui a Silverstone mi trovo bene, le condizioni sono buone e se pioverà cercheremo di gestire la pioggia. Molti piloti qui vanno forte, soprattutto Jorge. Cercheremo vediamo di iniziare bene subito e continuare così. Per il campionato la mia mentalità è di spingere al 100% anche perché mi trovo bene con la moto, mi sento forte e competitivo quindi cerco sempre di spingere”. Marc ha anche fatto il punto su quella che sarà la sua strategia da qui alla fine del mondiale:Ci sono ancora molte gare e secondo me si deve spingere cercando di finirle tutte. Il vantaggio è ampio ma se c’è una possibilità bisogna provare, il giovedì si deve puntare alla vittoria, poi c’è tempo per decidere. Nel test ci siamo concentrati nel capire i problemi di trazione e accelerazione e c’è stata una grossa modifica per essere più competitivi sia per ora sia per il futuro. Qui in alcuni punti si accelera dalla terza marcia, con una velocità superiore al punto di corda quindi il problema dell’accelerazione sarà minore, certo dei problemi ci sono ma abbiamo molti punti di forza e la cosa principale è concentrarci su quelli”.

Valentino Rossi: “Per me Silverstone è uno dei circuiti più difficili, nel 2010 non corsi per l’infortunio al Mugello e negli anni Ducati ho avuto molti problemi ma pian piano sono migliorato. Comunque lo reputo uno dei più lunghi e complicati della stagione. Lo scorso anno ho vinto ma sotto la pioggia, con l’asciutto Marquez e Lorenzo sono molto veloci. Nonostante questo spero sia asciutto perché è più divertente e ci sono meno rischi. Il test a Brno è andato bene, con un bel passo e buon ritmo, abbiamo provato qualche novità e un nuovo telaio. Domani vedremo quanto andrà meglio”. Anche Valentino viene chiamato a discutere del suo approccio a questa fase finale del campionato: “Siamo secondi nel mondiale ma i punti di svantaggio sono tanti, nel 2006 la situazione era simile, ero molto indietro rispetto a Nicky, non ho avuto fortuna. Ogni stagione è diversa ma recuperare tutti questi punti sarà difficile, posso solo concentrarmi su di me, sul lavoro e sulla squadra e dare il meglio e divertirsi. Ci sono ancora circuiti che mi piacciono e vedremo come andrà! Cercherò di correre con la testa libera e senza pressioni anche se rispetto alla Stagione 2015 dovrò rischiare di più”. Rossi riprende l’argomento che aveva già anticipato nel video pubblicato sul sito della Dorna, quando ha specificato che il finale del 2015 continua ad avere il suo peso: “Lo scorso anno è stata una stagione intensa, difficile, soprattutto nella seconda parte. Perdere in quel modo non è stato bello, mi ha condizionato anche nella preparazione per questo Campionato e anche gli errori che ho fatto sono stati un po’ condizionati da quello”.

Jorge Lorenzo: “Mi piace molto Silverstone, sono sempre stato veloce fin da subito. Qui ho vinto due volte e sarà interessante vedere se con le Michelin e la nuova elettronica riusciremo a mantenere le prestazioni perché qui la Yamaha è sempre andata veloce. A Brno non è andata bene perché pioveva, sull’asciutto credo che sarei stato come competitivo. E’ un peccato ma in condizioni normali siamo veloci e devo continuare a migliorare il feeling all’anteriore. Per quanto riguarda il Mondiale di quest’anno: nel 2013 recuperai dei punti su Marquez ma eravamo più vicini e lui fece un errore. Quest’anno la nostra moto è più competitiva sull’asciutto ma abbiamo avuto sfortuna anche a causa delle gare bagnate”.

Hector Barbera: “E’ la mia stagione migliore in MotoGP, mi trovo bene sia con la moto che con la squadra, le ultime tre gare sono state davvero belle. Sull’asciutto non siamo competitivi come sul bagnato ma è comunque bello vedere che si può essere competitivi anche con moto non ufficiali. Qui in Inghilterra ho buone sensazioni, in passato a Donington ho anche vinto”.

Cal Crutchlow: “Sono felice di essere qui in Inghilterra perché qui ci sono molte persone, credo sia molto bello, in più ho molti tifosi che verranno a vedermi. In passato su questo circuito ho avuto un po’ di sfortuna anche se spesso me la sono creata io; non mi trovo benissimo con questo tracciato ma spero che questo weekend vada meglio e che si possa essere competitivi. Mi auguro che la gara sia asciutta ma noi daremo il 100% indipendentemente dal meteo. E’ importante affrontare il weekend con positività ed essere sempre pronti a spingere al massimo”. Un giornalista fa una domanda a Cal sulla piccola Willow, che lo stesso pilota ha salutato con una vittoria magnifica a Brno: “Alla piccola Willow  piacciono le moto, quando le sente si ferma e inizia a guardarsi intorno, è davvero bello”.

Eugene Laverty: “Ho deciso di tornare alla Superbike anche se qui sono stato bene e sono anche migliorato. Spero di tornare a vincere, me lo auguro anche se so che non sarà facile visto che gli altri piloti hanno fatto molta esperienza con moto e circuiti, soprattutto la Kawasaki. Farò del mio meglio. Per la gara di domenica vorrei il bagnato perché non sai mai cosa potrà succedere, il circuito di Silverstone è uno dei miei preferiti, si corre bene, il tracciato è veloce e col nuovo motore si può andare forte”.