Sky Motori 2017: Formula 1 e MotoGP a tutto rock

sky motori
@SKY

Presentata all’Alcatraz di Milano la stagione 2017 per Sky, l’emittente più importante nel panorama motoristico.

Quando dici rock pensi inevitabilmente al locale più rock della movida milanese, ovvero l’Alcatraz, location ideale per concerti ed eventi rock. Così deve aver pensato anche Sky se ha scelto l’Alcatraz come campo base per la presentazione del programma 2017 dei due canali di punta, Sky Sport F1 e Sky Sport MotoGP. Vediamo nel dettaglio cosa ci porterà il 2017 per entrambi i canali di riferimento per la piattaforma Sky per Formula 1 e MotoGP. Ricordiamo che Sky trasmette anche tante altre categorie motoristiche come il rally, la Superbike e il BSB (Eurosport), il WEC.

Formula 1

Prima di cedere la parola a Federica Masolin inviata in pista, e Carlo Vanzini, voce della Formula 1, Guido Meda ha voluto introdurre la stagione con un simpatico video realizzato insieme a Fabiano Vandone per illustrarci le novità tecniche per quanto riguarda la categoria regina dell’automobilismo. Carreggiata, gomme, alettoni, tutto cambia per una stagione 2017 che forse ci riporta indietro nel tempo a macchine più simili a quelle degli anni 90 come forme ma attualizzate con i motori ibridi. Di fatto ci sarà molta più velocità in curva ma meno velocità in rettilineo e di conseguenza il rischio è vedere anche meno sorpassi con le gomme larghe, staremo a vedere. Per quanto riguarda la squadra, è confermata in blocco rispetto alla passata stagione con Matteo Bobbi che sarà più attivo in pista con considerazioni tecniche coadiuvato anche dall’ottimo Fabiano Vandone. Inviati Federica Masolin, Mara Sangiorgio, a Barcellona in questi giorni insieme proprio a Bobbi per seguire la seconda fase di test, Davide Valsecchi e Jacques Villeneuve. Un anno particolare per il canadese, poichè nel 2017 ricorrono i 20 anni del suo primo ed unico titolo mondiale in F1. Migliorata l’interattività per seguire la gara da diversi punti di vista, potenziato anche SkyGO per seguire tutto l’evento anche in mobilità. Tante le rubriche che accompagneranno i tifosi durante la settimana che porta al Gran Premio o segue il Gran Premio: Paddock Live, Paddock Live Show e Pit Walk durante il weekend di gara. Rubriche come Race Anatomy F1, High Tech, Fever, Fast Track, I Signori della F1, #ultimogiro ci accompagneranno invece durante la settimana.

MotoGP

Dal 3 marzo Irene Saderini non sarà più al timone del pre e post gara della MotoGP, al suo posto Vera Spadini che dopo anni di calcio sarà a condurre i pre e post gara del Motomondiale. Questa forse la novità più glamour per quanto riguarda la stagione 2017. Ma c’è tanto altro a cominciare dalla presenza sempre più limitata di Loris Capirossi che quest’anno sarà delegato Dorna in Race Direction ma darà lo stesso il suo apporto facendo i suoi consueti “Capigiro” però con 6 MotoGP grazie ad un accordo con Dorna e 6 team. Le conferme riguardano soprattutto le squadre di commento: Meda-Sanchini per la MotoGP, Filicic-Locatelli per Moto2, Filicic-Sanchini per la Moto3, lo sciame impazzito come lo ha definito lo stesso Zoran. Un sogno ed un incubo al tempo stesso da commentare per la quantità di sorpassi e controsorpassi ad ogni giro. Dal punto di vista puramente tecnologico, da quest’anno Sky avrà la possibilità grazie a Dorna di sfruttare dei droni per delle visuali esclusive dalle piste di tutto il Mondo. Una novità non da poco considerando che anche Liberty Media, facendo un paragone con la Formula 1, si sta aprendo sempre più verso il pubblico a differenza di quanto fatto dalla precedente gestione. Non solo droni quindi ma anche l’interattività da casa per lo spettatore che vuole godersi la gara da altri punti di vista. Oltre a questo anche Sky GO ha subito un potenziamento per aiutare a fruire degli eventi anche in mobilità. Anche la programmazione del canale 208 Sky Sport MotoGP HD avrà le sue tante e belle rubriche: Paddock Live Show, Talent Time (alla scoperta del talento del giorno), Grid, Zona Rossa, #ultimogiro, Race Anatomy MotoGP (approfondimento), Passione MotoGP, Top Riders, The Test, Paddock Pass, Fever, Fast Track, Italian Job (focus sui piloti italiani). Nuova è anche la sigla della MotoGP. Dopo due anni di sigle scritte da Jovanotti, nel 2017 è stato Alessandro Bonan a scrivere la sigla per la stagione. Last but not least il calendario: 18 appuntamenti, 10 in esclusiva, 5 consecutivi in diretta esclusiva. La stagione più rock di sempre sta per partire. I semafori si spegneranno domenica 26 marzo in Australia e Qatar per una stagione che promette spettacolo.