SSP 300 Assen, Deroue vince davanti a Straalen e Coppola

SUPERSPORT 300 ARAGON
@KAWASAKI

Un Deroue inarrestabile mette il secondo sigillo dopo soli due appuntamenti, portanto a casa una vittoria conseguita in maniera intelligente e caparbia.

L’olandese Deroue vince anche la seconda gara del mondiale SSP 300 in casa sua, dopo una partenza che lo ha relegato nelle retrovie, costringendolo a fare gli straordinari per lanciarsi in un recupero che gli ha consentito di chiudere il weekend con una bellissima vittoria, riuscendo a spuntarla sul grande branco di lupi che componevano il trenino di testa. Seconda piazza per il connazionale Van Straalen in sella alla Honda 500 che precede sul traguardo la Yamaha R3 di Coppola che si è giocato la terza posizione in volata con lo spagnolo Sanchez anche lui su Yamaha R3. Grande gara anche quella che ha disputato Anna Carrasco, settima sul traguardo a meno di due secondi dalla vetta. La giovane spagnola è carica di talento e non ha paura dell’irruenza e dello sprezzo del pericolo del quale fanno abuso i suoi colleghi di sesso maschile, infatti durante il corso della gara è riuscita anche a condurre il gruppo per una serie di curve, tanto per far capire di che pasta è fatta.
Il secondo appuntamento della categoria SSP 300 non ha di certo deluso le aspettative, la bagarre che si danno questi giovani piloti è veramente tanta e pure di un certo livello. Non si fanno intimidire da nulla destreggiandosi in sorpassi e controsorpassi da inizio a fine corsa. Stavolta però il vento che si è impossessato del circuito ha disturbato non poco la gara, come avvenuto in Superbike, costringendo i piloti ad alzare i tempi di gara,  consentendo anche a coloro che sarebbero rimasti nelle retrovie di ricongiungersi con i più veloci e quindi di lottare per le posizioni che contano. Se il vento ha dato modo al gruppo di rimanere compatto, ha creato anche le condizioni che hanno acceso ed alimentato il fuoco tra i piloti che si sono ritrovati in bagarre. I piloti rischiano, si toccano e cadono. Le numerose cadute che hanno caratterizzato la gara di Assen sono infatti riconducibili alla foga, alla voglia di vincere e di farsi notare che caratterizza questi piloti pieni di aspirazione e talento.

Come detto sono tanti gli incidenti ed i pericoli che si sono venuti a creare durante la gara, sfiorando anche gravi conseguenze soprattutto in occasione dell’incidente capitato durante l’ultimo giro che ha coinvolto in particolare l’italiano Licciardi, ma anche De Bruin e De Gruttola, quando proprio l’italiano è stato vittima di uno sbacchettamento della sua Yamaha in seguito ad un’escursione sull’erba che lo ha sbalzato in mezzo alla pista non lasciando scampo a De Gruttola e De Bruin che lo hanno investito, per fortuna colpendolo sulle braccia e le gambe. Il pilota italiano è stato portato al centro medico per degli accertamenti. Speriamo che se la cavi con poco.

Di sicuro questi ragazzi dovranno imparare a calibrare i propri ormoni durante questa stagione di debutto, a vantaggio della calma e della ragione che contraddistingue i maggiori talenti che riescono a mantenere il sangue freddo durante le battaglie, evitando di lanciarsi in situazioni poco gestibili. Al termine del secondo round conduce la classifica di campionato proprio il vincitore di Assen, Deroue, che fa bottino pieno nelle prime due gare conseguendo ben 50 punti, seguito in seconda posizione dallo spagnolo Sanchez a 26 pt. e in terza posizione a 21 pt. dall’italiano Coppola. Il prossimo round si terrà ad Imola dal 12 al 14. Speriamo che i piloti riescano a sbollentare per tempo questo weekend di fuoco in modo da presentarsi ad Imola con la pressione sanguigna a livelli normali.

1 2 75 S. DEROUE NED MTM HS Kawasaki Kawasaki Ninja 300
2 16 51 G. VAN STRAALEN NED Vos – TKR Racing Honda CBR500R
3 6 15 A. COPPOLA ITA SK Racing Yamaha YZF-R3
4 1 25 B. SÁNCHEZ ESP Halcourier Racing Yamaha YZF-R3
5 10 20 D. LOUREIRO RSA DS Junior Team Kawasaki Ninja 300
6 20 41 M. GARCIA ESP Halcourier Racing Yamaha YZF-R3
7 13 2 A. CARRASCO ESP ETG Racing Kawasaki Ninja 300
8 23 54 H. CABUK TUR Kawasaki Puccetti Racing Kawasaki Ninja 300
9 17 9 R. DOORAKKERS NED MVR Racing Yamaha YZF-R3
10 14 18 A. MURLEY GBR Team Toth Yamaha YZF-R3
11 28 121 K. PATOVA FIN Kallio Racing Yamaha YZF-R3
12 18 13 J. FACCO ITA Bierreti By 2R Yamaha YZF-R3
13 7 95 G. DE GRUTTOLA ITA SK Racing Yamaha YZF-R3
14 29 17 G. NODERER GER Scuderia Maranga Racing Honda CBR500R
15 24 80 A. PONTONE ITA IODARacing Yamaha YZF-R3
16 37 27 F. ROVELLI ITA ParkinGO DS Junior Team Yamaha YZF-R3
17 26 84 M. CARBONERA ITA SK Racing Yamaha YZF-R3
18 30 130 R. FERREIRA BRA Kallio Racing Yamaha YZF-R3
19 34 21 A. BIDDLE NZL Sourz Foods – Benjan Racing Kawasaki Ninja 300
20 33 7 N. SETTIMO ITA Bierreti By 2R Yamaha YZF-R3
21 27 52 T. BEZUIDENHOUT RSA Team Toth Yamaha YZF-R3
22 32 62 J. SCHULTZ RSA DDM by BWG_Bike & Motor RT_Grimaldi Kawasaki Ninja 300
23 3 99 P. GRASSIA ITA 3570 Made in CIV Kawasaki Ninja 300
24 4 88 M. PEREZ ESP WILSport Racedays Honda CBR500R
25 35 11 N. CUPAIOLI ITA 3ENNE#Racing Yamaha YZF-R3
26 36 19 E. ROVELLI ITA ParkinGO DS Junior Team Yamaha YZF-R3