Superstock 1000: caccia all’erede di De Rosa

SUPERSTOCK 1000
@ALTHEA RACING

Viaggio alla scoperta della ex Stock 1000 FIM Cup che da quest’anno si chiamerà a tutti gli effetti European Stock 1000. Il via da Aragon questo fine settimana

Ci siamo, anche la nuova Stock 1000 è pronta alla partenza della stagione 2017. Movimenti di mercato, rientri importanti e deb di lusso sono pronti a scendere in pista per le prime prove libere sul tracciato di Aragon. Usciti di scena il campione in carica Raffaele De Rosa , rimasto comunque nel team Althea, e Tati Mercado, tornato in Superbike con l’Aprilia Ioda, che si sono dati battaglia per tutta la stagione scorsa, la categoria è ai nastri di partenza con l’obiettivo di trovare l’erede di questi due piloti che se le sono date di santa ragione fino all’ultima curva del penultimo appuntamento di una stagione molto combattuta.

Calendario Superstock 1000 

La Stock 1000 seguirà come sempre calendario europeo e partirà come detto questo weekend ad Aragon per concludersi a Jerez de la Frontera il 22 ottobre. 9 appuntamenti anche per la Stock 1000 per trovare il nuovo campione europeo che succederà a Raffaele De Rosa.

Moto Superstock 1000 

Per quanto riguarda la Stock 1000, le moto in pista sono le 1000 4 tempi che troviamo anche nei concessionari con giusto qualche piccolo accorgimento tecnico. C’è una vasta gamma di moto tra Ducati Panigale 1199r, BMW S1000 RR, Yamaha R1, Kawasaki ZX-10r, Aprilia RSV4 ed il grande ritorno della Suzuki con il modello nuovo della GSX-R1000.

Team e piloti Superstock 1000

Il team da battere è Althea campione in carica che quest’anno schiera Marco Faccani sulla BMW S1000RR che nei test ha ben impressionato convincendo il patron Genesio Bevilacqua a metterlo sotto contratto. Ducati Aruba Junior risponde con la conferma di Michael Rinaldi e l’inserimento del pupillo di Troy Bayliss, quel Mike Jones che ha disputato due gare in MotoGP con la Ducati Avintia al posto di Barbera stupendo l’intero paddock.

SUPERSPOTCK 1000
@ARUBA RACING – Mike Jones

Rilanciano la sfida Puccetti, che conferma Toprak Razgatlioglu, Aprilia Nuova M2 Racing con il cileno Max Scheib che ha ben impressionato nel finale della scorsa stagione. La Yamaha ufficiale con Roberto Tamburini al posto di Riccardo Russo e Florian Marino, ristabilito dopo l’infortunio dello scorso anno. New entry in Stock 1000 per la Suzuki del Phoenix Racing affidata alla coppia Kevin Calia e Emanuele Pusceddu. Nuova moto e nuova coppia di piloti per un team ambizioso che vuole puntare in alto.

Nuova avventura per Michel Fabrizio in collaborazione con Althea: team manager anche in Stock 1000 con il team Althea MF84 ed una BMW S1000RR affidata al giovane tedesco Julian Puffe. Lucio Pedercini conferma il francese Jeremy Guarnoni, mentre i nostri Nocco,Manfredi e Cecchini faranno parte del Dedomax Racing con Kawasaki. Il giovane Marco Sbaiz, che compirà 18 anni durante il primo week end di gara, lascia la Kawasaki per salire sulla BMW S1000RR del team DK Racing.

Anche in Stock 1000 la pattuglia italiana è ben rappresentata con ben 16 italiani su 33 iscritti, quindi una categoria che attira tanti piloti di casa nostra con la speranza di ben figurare e tenere il titolo di campione in Italia dopo i successi del 2015 di Lorenzo Savadori e del 2016 di Raffaele De Rosa.